In occasione della prima a Los Angeles del film indipendente Colette, di cui Keira Knightley è protagonista, la star ha dichiarato a The Hollywood Reporter  che le piacerebbe vedere più donne dietro la macchina da presa.

Quando le è stato chiesto se avesse intenzione di avvicinarsi alla regia, abbandonando la sua carriera da attrice, ha risposto in senso negativo, affermando di non sentirsi pronta per un simile cambiamento ma che, al contrario, ci sono (già) moltissime di registe di talento che avrebbero bisogno di essere supportate.

keira knightley cinematown.it

Secondo la Knightley il punto di vista femminile è molto importante in tutti i campi, dalla direzione della fotografia alla produzione, passando per la scrittura, e si deve fare il possibile perché le donne siano rappresentate anche in questo settore.

Nel suo ultimo film, in arrivo in sala il 6 dicembre 2018 con Vision Distribution, l’attrice inglese interpreta, infatti, una fra le maggiori figure letterarie della prima metà del XX secolo, la pioneristica scrittrice francese e candidata al premio Nobel, Sidonie-Gabrielle Colette. Una storia attuale e sentita profondamente dall’attrice, che sembra aver fatto sua la lotta di Colette per l’uguaglianza di genere.

In attesa di vedere Keira Knightley nei panni dell’autrice francese, la attendiamo il 31 ottobre nel nuovo film della Walt Disney Pictures, Lo Schiaccianoci e i Quattro Regni. Una nuova e incantevole versione dello Schiaccianoci, che mescola il racconto fantastico scritto da E.T.A.Hoffmann nel 1816 e il gioioso balletto natalizio musicato da Čajkovskij quasi un secolo dopo. Nel film, diretto da Lasse Hallström e Joe Johnston, che annovera interpreti del calibro di Morgan Freeman, Matthew Macfadyen, Mackenzie Foy ed Helen Mirren, la Knightley interpreterà il ruolo della sdolcinata Fata Confetto e sarà una preziosa alleata al fianco della protagonista.

LEGGI ANCHE: Il trailer italiano de Lo Schiaccianoci e i Quattro Regni, ultimo film di Keira Knightley