Ci sono attori per cui il tempo sembra non trascorrere mai. Uno di questi è decisamente Willem Dafoe, protagonista in gioventù e per tutta la carriera di pellicole indimenticabili, come Platoon e L’ombra del vampiro.

Leggi Anche: Captain Marvel: nuovi dettagli sul personaggio rilasciati in esclusiva

La vecchiaia pare proprio non averlo scalfito, viste le sue ultime prove attoriali. Da Assassinio sull’Orient Express fino a Un Sogno Chiamato Florida, la carriera del veterano attore italo-statunitense non conosce battute d’arresto.

Con la prova offerta in At Eternity’s Gate Dafoe sembra infatti mettere una seria ipoteca sull’Oscar, stando a quanto visto nel trailer diffuso oggi.

“Non posso fare nient’altro, e credimi, ci ho provato”, è una delle citazioni più toccanti del video.

Il film, che verrà presentato questa settimana al Festival del Cinema di Venezia, vede un cast di tutto rispetto. I co-protagonisti sono infatti Oscar Isaac (Star Wars), Mads Mikkelsen (Doctor Strange), Emmanuelle Seigner (Quello che non so di Lei), Amira Casar (Chiamami col tuo Nome)e Niels Arestrup (War Horse).

La pellicola si focalizza sugli ultimi giorni di vita dell’indimenticato pittore olandese, prima del suicidio nel 1890. Il titolo del film deriva da uno dei quadri di Van Gogh, Vecchio che piange (Sulla Soglia dell’Eternità), che in originale si intitola Sorrowing Old Man (At Eternity’s Gate).

Il quadro mostra un uomo seduto con le mani sul volto, in stile Post- impressionista. “A volte dicono che sono pazzo, ma un granello di pazzia è il meglio dell’arte.” dice Willem Dafoe/Van Gogh nel trailer.

Il pittore olandese lottò per tutta la vita con le sue malattie mentali, e la presentazione mostra l’artista alle prese con i demoni che infestano la sua mente.

At Eternity’s Gate verrà diffuso limitatamente dal 16 novembre di quest’anno, dopo la già annunciata première a Venezia.

Leggi Anche: Halloween: rilasciato il trailer del film con Jamie Lee Curtis