Juliet, Naked è un film di Jesse Peretz presentato in concorso al 36esimo Torino Film Festival. La storia si basa sull’omonimo romanzo di Nick Hornby, pubblicato nel 2009. Il film tratta del triangolo amoroso tra DuncanChris O’Dowd, la sua compagna AnnieRose Byrne, e l’ormai ritirato cantante rock Tucker Crowe, Ethan Hawke. Annie e Duncan vivono nella bella ma periferica Sandcliff dove lei dirige il museo civico assieme alla sorella e lui insegna cinema. La vera passione di Duncan però risiede nella star degli anni ’80, sparita dalla circolazione, Tucker Crowe. Questo cantante sparì misteriosamente dopo un concerto e Duncan, assieme ad un gruppo di fanatici che scrivono sul suo blog, vive ossessionato da questo personaggio. Dopo l’ennesimo litigio a causa di un nuovo album Annie si ritrova a commentare in modo cinico i pezzi sul sito del compagno. Inaspettatamente, riceverà una mail dallo stesso Tucker come risposta alle sue critiche.

Juliet, Naked – una vita passata in un soffio

Juliet, Naked CinemaTown.it

Nel film concorrono due temi fondamentali: la fuga della gioventù ed il valore della paternità e maternità. Annie, che sognava una vita fuori dalla cittadina inglese e dei figli, si ritrova costretta nel museo che gestiva il padre e assieme ad un uomo che non le dedica attenzioni. Duncan, dopo una iniziale tenerezza, diventò sempre più distante e deciso nel suo non volere figli (per dedicarsi anche alla sua grande passione, Crowe). Tucker invece, che aveva passato una giovinezza in pieno stile rock, si chiede dove siano finiti gli anni che ha perso in cui non ha dedicato attenzioni ai numerosi figli. L’allontanamento dalla musica gli ha anche precluso popolarità e fama, portandolo a vivere di rimpianti ed allontanamenti. Il cambiamento è arrivato con la nascita del suo ultimo figlio JacksonAzhy Robertson, che gli ha mostrato cosa significa essere un padre. Sia Annie che Tucker sono arrivati ad un momento della loro vita in cui vogliono determinate cose senza dover più vivere coi rimpianti, cosa che li libererà da pesanti fardelli.

Juliet, Naked – una dolce commedia romantica

Juliet, Naked CinemaTown.it

Tra l’ossessione di Duncan, la velata calma e finta rassegnazione di Annie ed il sincero amore di padre di Tucker il film riesce a creare personaggi profondi e credibili. Un grande punto di forza di Juliet, Naked è infatti come essi agiscano con grande sincerità grazie all’ottimo lavoro del cast. I rapporti tra i varii personaggi risultano non solo verosimili ma affettuosi, rendendo molte scene quotidiane emozionanti. Dagli Stati Uniti a Sandcliff, passando per Londra, la storia si evolve portando un senso di compiutezza a tutti i personaggi, completando quelle loro caratteristiche che inizialmente erano fratturate. Inoltre Peretz gestisce con abilità i talenti dei varii attori e la versatilità del grande Hawke, portando al film grandi momenti comici e forti momenti intimi. Va fatta una nota molto positiva appunto riguardo ai talenti di Ethan Hawke: le canzoni nel film sono infatti effettivamente cantate dall’attore americano.

LEGGI ANCHE: Stephen Hillenburg: il creatore di Spongebob è morto all’età di 57 anni