Giorni prima che il controverso documentario sui presunti abusi sessuali perpetuati da Michael Jackson venisse mandato in onda su HBO, il ranch del cantante pop è stato rimesso sul mercato immobiliare.
Secondo il Wall Street Journal, la proprietà di Santa Ynez, grande 2.689 acri – che tra le altre cose ospitava un parco divertimenti e uno zoo – è in vendita per 31 milioni di dollari, molto meno rispetto al suo prezzo originario, ovvero 100 milioni di dollari, quando venne messo in vendita per la prima volta nel 2015, e anche meno dei 67 milioni chiesti nel 2017 e dato che non si riusciva a trovare nessun compratore.
La proprietà ora è conosciuta col nome di Sycamore Valley Ranch e si trova a 40 miglia da Santa Barbara.

Il complesso offre una casa padronale di 12.500 piedi quadrati, tre case per gli ospiti e altri edifici vari. Originariamente è stata comprata da Jackson per 19.5 milioni nel 1987.
La casa possiede sei stanze, un campo da tennis, un deposito e un padiglione divertimenti, ma il parco divertimenti e lo zoo ormai non ci sono più da un po’.
Il ranch è stato lo scenario di intense coperture mediatiche e il palcoscenico per le proteste dei supporter di Michael Jackson durante i processi per gli abusi sessuali, per i quali è stato assolto.
La proprietà è rappresentata dagli agenti di Compass, Suzanne Perkins e Kyle Forsyth, il quale ha detto che il ranch era stato tolto dal mercato a causa degli incendi e delle frane avvenute in Santa Barbara, California.

Leaving Neverland, il documentario in due parti, viene trasmesso oggi, domenica 3 Marzo, su HBO e spiega in dettaglio le accuse fatte da Wade Robson e James Safechuck sugli abusi sessuali che Jackson avrebbe perpetuato su di loro.
La famiglia del cantante, venuto a mancare nel 2009, ha negato qualsiasi accusa e ha condannato il film, definendolo un “linciaggio pubblico” nonché chiamando “riconosciuti bugiardi” i due accusatori, un riferimento al fatto che sia Robson che Safechuck hanno giurato, quando però questi era ancora in vita, che Michael non li aveva mai molestati.

Leggi Anche: Johnny Depp intenta una causa da 50 milioni per diffamazione contro Amber Heard