La prima stagione di The Umbrella Academy è iniziata con ottime recensioni sia da parte del pubblico che della critica e una seconda stagione è già in lavorazione. Fare l’adattamento televisivo di un fumetto tanto amato non è una cosa facile e purtroppo qualcosa del prodotto originale va sacrificato. La serie ha al suo interno numerose differenze rispetto al fumetto, a partire dal fatto che la trama attinge elementi contemporaneamente dai primi due volumi. Ma quali sono le cose che Netflix avrebbe dovuto mantenere dal fumetto? Vediamo insieme quali sono gli elementi che avrebbero arricchito la narrazione della nuova serie ispirata a The Umbrella Academy.

Hazel e Cha-Cha

the umbrellaa academy CinemaTown.it

Uno dei principali cambiamenti presi dai produttori di The Umbrella Academy riguarda il carattere di due personaggi, Hazel (Cameron Britton) e Cha-Cha (Mary J.Blige). Nei fumetti i due sono molto più abili e psicotici di come risultano in tv e inoltre, nonostante abbiamo un ruolo centrale in questa prima stagione, nel fumetto originale non appaiono fino al secondo volume. Non hanno quindi un ruolo nell’apocalisse e non hanno alcuna relazione sentimentale fra loro o con altri.

La storia di Numero Cinque

The Umbrella Academy CinemaTown.it

Nella serie Netflix i retroscena di Numero Cinque dopo aver lasciato l’Umbrella Academy non sono affrontati più di tanto. Lo show mostra un breve montaggio di ciò che è successo dopo che l’Handler l ha trovato. Numero cinque racconta di come è stato trovato, mandato in missione e addestrato sino a quando non è diventato il perfetto assassino del tempo. Quello che non viene raccontato è che Numero Cinque si è sottoposto a massicci interventi chirurgici mentre era in servizio a Temps Aeternalis e l’agenzia ha rimosso le sue emozioni e la sua empatia per farne un assassino senza scrupoli.

L’alieno Hargreeves

The Umbrella Academy CinemaTown.it

La serie Netflix allude alla vera natura di Hargreeves, alieno in incognito, ma non è mai così immediato come i fumetti. L’intera parta aliena è messa in secondo piano rispetto al ruolo di scienziato che sperimenta sui bambini. La differenza è notevole e molto probabilmente i produttori hanno in mente altri piani per il personaggio più avanti. Nei fumetti, una delle ragioni per cui il personaggio ha una tale ricchezza e influenza è la sua intelligenza aliena, con la quale ha aiutato l’umanità a progredire come specie.

Temps Aeternalis

umbrella Academy cinemaTown.it

La serie Netflix non si è sbarazzata di Temps Aeternalis, ma ha preso ciò che era utile alla storia e l’ha trasformata in un organizzazione ben oliata chiamata “La Commissione”.  L’appellativo però non ha lo stesso piglio: dal latino, Aeternalis si traduce come “Eterno” e Temps, una parola francese derivata dal latino, può significare tempo o necessità.

L’influenza di Hargreeves

Umbrella Academy CinemaTown.it

Anche se la serie Netflix non chiarisce mai esattamente chi sia Reginald Hargreeves, fa un ottimo lavoro nel mostrare al pubblico quanto egli sia ricco e potente. Una volta adottati i bambini dell’Umbrella Academy l’ascesa di Reginald sembra inarrestabile. Tuttavia la serie non approfondisce mai l’enorme impatto che l’arrivo di Hargreeves ha avuto sul pianeta terra. È difficile trovare un aspetto della vita quotidiana che l’alieno non abbia migliorato: dagli scimpanzè dotati di sensibilità, alla creazione di una cintura di lievitazione, alla preparazione del pasto più importante della giornata con i cerali Clever Crisp.

Vanya

CinemaTown.it

Vanya diventa il cattivo anche sullo schermo, ma tutto il resto è diverso nella graphic novel. Nella storia il personaggio interpretato da Ellen Page riceve una proposta per unirsi ad un’orchestra che vuole distruggere il mondo suonando una melodia chiamata Apocaliypse Suite. Il Numero 7 inizialmente rifiuta, ma poi il risentimento verso la sua famiglia d’origine la fa cedere. A questo punto il Conduttore, figura molto simile a quella di Leonard, conduce esperimenti su di lei e la trasforma nel malvagio Violino Bianco. Vanya tenterà di distruggere il mondo, ma verrà fermata da 5, che gli spara un colpo in testa paralizzandola. La serie sembra avere difficoltà a far emergere il tono violento e spesso oscuro dei fumetti, come già accaduto per le correzioni di Numero 5 e per Hazel e Cha-Cha.

Il ruolo di Ben

CinemaTown.it

Nei fumetti Ben, il fratello deceduto, non ha praticamente nessun ruolo. Di lui si sa solo che era uno dei 7 fratelli adottati da Hargreeves e che il suo potere aveva a che fare con dei tentacoli. Nella storia originale non si nulla nemmeno della sua morte e non ha alcun ruolo nel combattere l’apocalisse. Una differenza abbastanza sostanziale con la serie, dove Ben appare in maniera ricorrente al fianco di Klaus, l’eccentrico fratello medium e tossicodipendente. Molto probabilmente Netflix avrà in mente di approfondire maggiormente la storia di Ben nella prossima stagione.

LEGGI ANCHE: La recensione del fumetto di The Umbrella Academy

Per tutte le notizie sul mondo di Netflix seguite punto Netflix su Facebook
bannerpni