High Seas: tutto quello che c’è da sapere sulla nuova serie Netflix spagnola

Grande attesa per High Seas, quarta serie Netflix spagnola ambientata alla fine degli anni ’40 su un transatlantico teatro di intrighi, amori, e misteri.


High Seas, la quarta serie originale spagnola di Netflix, prodotta da Velus, Bambu Producciones, ha iniziato le riprese lo scorso ottobre 2018 e non ha ancora una data di rilascio ufficiale. Ma, dopo il successo di Le ragazze del centralino, prima serie originale spagnola, Elite e La casa di carta, le aspettative sono alte. High Seas, creato da Campos e Gemma R. Niera, è ambientato alla fine degli anni ’40 su un lussuoso transatlantico che trasporta passeggeri dalla Spagna al Brasile. Sullo sfondo, il misterioso omicidio di una donna, che non risulta sulla lista passeggeri e che nessuno ricorda. Solo una cosa è certa: l’assassino non può lasciare la nave. Con il produttore partner Teresa Fernandez-Valdes, Campos è noto a livello internazionale per i melodrammi di successo Grand Hotel (2011-13) e Velvet (2014-16).

Gran Hotel era melodramma e mistero, High Seas sarà mistero con melodramma –  ha dichiarato Campos ai microfoni del settimanale statunitense Variety – vogliamo trovare nuovi modi per incanalare questo genere. 

High Seas e il fascino dell’ambientazione d’epoca

high seas cinematown.it

Nel portare il melodramma su un piano moderno, ha dichiarato Campos, l’intenzione era quella di “Dare ad un pubblico femminile, innamorato di serie romantiche e melodrammi, un prodotto di qualità. Qualcosa di cui essere orgogliosi.” I set di High Seas, per un totale di 2.694 metri quadri, sono stati curati nei minimi dettagli per ricreare il fascino e il lusso di un incrociatore degli anni ’40. Dal ristorante di prima classe dell’imbarcazione, con i tavoli ben distanziati l’uno dall’altro, un grande tappeto blu e luci tubolari incastonate nei pilastri, alle cabine di prima classe che sfoggiano grandi e sontuose vetrate. Sul set, anche oggetti di vita reale, come una bussola dei primi del novecento fabbricata a Liverpool sul ponte del capitano.

High Seas, un omicidio moderno alla Agatha Christie

high seas cinematown.it

Netflix ha chiesto al regista di High Seas di girare concentrandosi sui primi piani, consentendo agli spettatori una visualizzazione di qualità su piccoli dispositivi. “Questo, insieme all’uso di spaccati e carrelli verso i personaggi, darà alla serie l’estetica di un libro a fumetti”, ha dichiarato Campos. Il pubblico più anziano ama i misteri e gli omicidi, ma l’obiettivo del pubblico di Netflix è ogni singola persona al mondo e High Seas, nonostante sembri la classica storia alla Agatha Christie, del tipo “l’assassino deve essere ancora sulla nave”, sarà destinato ad un pubblico molto più vasto.

High Seas, amori intrighi, bugie e un oscuro mistero

high seas cinematown.it

High Seas cattura il fascino degli anni ’40, ma questo non si evince dal teaser poster pubblicato il 4 aprile scorso da Netflix. Il gigantesco scafo nero dell’incrociatore si alza nel cielo, la nave solca un oceano oscuro e senza fine, mentre nubi tempestose invadono l’orizzonte al tramonto. “Alcuni segreti sono più profondi dell’oceano” recita la logline. Nessun riferimento davvero evidente all’eleganza art deco della nave. I protagonisti della serie sono le sorelle Carolina (Alejandra Onieva) e Eva (Ivana Baquero), tanto diverse quanto inseparabili, e il bell’ufficiale Nicolas (Jon Kortajarena), un uomo che il destino ha piazzato nel posto sbagliato.

Amori, intrighi e molte bugie, in una nave che nasconde una storia in ognuna delle sue cabine e un oscuro segreto nel profondo.

Da queste prime anticipazioni rilasciate da Netflix possiamo immaginare che qualunque sia la spiegazione finale del mistero, sarà  molto probabilmente più sconvolgente rispetto ai tradizionali omicidi di un tempo.

High Seas e il grande successo delle serie tv spagnole

high seas CinemaTown.it

Le ragazze del centralino, in arrivo prossimamente con la quarta stagione, è entrato nella classifica dei migliori 10 show di streamer in America Latina. Elite, la terza serie spagnola Netflix Original, è stata classificata come una delle serie più richieste in tutto il mondo nell’ottobre 2018. Un successo che non dovrebbe essere attributo soltanto ai circa 477 milioni di parlanti madrelingua spagnola nel mondo. Un altro motivo sono le origini dello showrunner spagnolo. Campos e Sedes hanno avuto successo in Spagna con Desaparecida del 2007, realizzato per l’emittente televisiva TVE, una pietra miliare nella produzione televisiva spagnola. Campos, come Alex Pina e Esther Lobato de Le ragazze del centralino sono cresciuti professionalmente scrivendo per la tv.

Abbiamo vissuto fuori dal pubblico. C’era solo un mantra, “intrappola il pubblico e non lo lasci mai”- ha ricordato Campos sul set di High Seas – Devo dare una svolta l minuto uno, poi un’altra, un’altra, fino alla fine, per fare in modo che il pubblico voglia vederne di più il giorno successivo. Un mestiere che è nel DNA della mia generazione tv. Aspettatevi di vederne i risultati in High Seas.

LEGGI ANCHE: La casa di carta – rilasciato il primo teaser trailer della terza stagione

Per tutte le notizie sul mondo di Netflix seguite punto Netflix su Facebook
bannerpni