Nell’era del #MeToo nulla sfugge ai giornalisti, pronti a cavalcare l’onda degli scandali e a raccontare al pubblico i dettagli più sordidi della vita delle star accusate e non; ma cosa accade quando è proprio un giornalista a finire in pasto alla stampa? Questo è proprio ciò che è successo durante una recente intervista della cantante/attrice Taylor Swift per Deutsche Presse-Agentur. Un intervistatore piuttosto maldestro (vogliamo credere che la domanda sia stata “innocente” ha chiesto a Taylor Swift se avesse pensato di diventare madre visto che, ormai, si avvicina alla soglia dei trent’anni.

Secondo i fan di Taylor Swift che hanno tradotto l’intervista dal tedesco, la cantante avrebbe risposto:

Non credo che agli uomini venga posta questa domanda quando si avvicinano alla soglia dei trent’anni. Quindi non ho affatto intenzione di rispondere a questa domanda ora.

Una risposta corretta per una domanda che, all’alba del 2020, non potremmo aspettarci e che invece viene posta sempre più spesso alle donne. La cantante/attrice non è estranea all’impegno sociale e si definisce una femminista. Ha più volte espresso sostegno nei confronti dei diritti LGBT, dichiarando che i suoi genitori le hanno insegnato “a non giudicare nessuno per chi ama, per il colore della sua pelle o la fede che professa”.

Leggi anche: Cats – il musical sul grande schermo adatterà il cast alla stessa dimensione dei gatti