Keanu Reeves a supporto del collettivo attaccato presso il Cinema America

Keanu Reeves, CinemaTown.it

Anche Keanu Reeves a supporto del Cinema America di Roma dove alcuni giorni fa alcuni ragazzi sono stati attaccati da un gruppo di neo-fascisti.


Diversi nomi hollywoodiani sono venuti in supporto al collettivo diventato target di un attacco da parte dell’ala estremista della destra al Cinema America di Roma, tra cui Keanu Reeves, Willem Dafoe e Alejandro González Iñárritu.
Il Cinema America, che organizza serate di cinema all’aperto, ha emesso un messaggio di supporto sulla sua pagina Facebook dopo che quattro persone sono state attaccate in seguito alla visione del film First Reformed di Paul Schrader. Il messaggio recita:

È inaccettabile che ci sia ancora qualcuno che pensa di poter imporre le proprie visioni attraverso l’uso della violenza… Non possiamo accettare una ferita di questo tipo, inflitta non solo al mondo dell’arte e al cinema ma al mondo intero.

La lettera è stata firmata anche dai registi Alfonso Cuarón, Spike Lee, Guillermo del Toro, Stephen Frears e gli attori Jeremy Irons, Debra Winger, Richard Gere e John Malkovich.

Le notizie dei media italiani dicono che almeno uno degli uomini accusati di aver perpetuato l’accatto il 16 Giugno appartiene all’ala della destra estrema chiamata Blocco Studentesco, l’ala giovane del partito neo-fascista CasaPound. I sospettati sono già stati segnalati presso la centrale di polizia per altri attacchi violenti e hanno tutti tra i 20 e i 38 anni.
In una notizia a IndiWire, il fondatore di Cinema America, Valerio Carocci, ha detto:

Siamo sotto attacco perché possiamo parlare a una grane maggioranza di persone in modo bipartitico. È chiaro che in tutto il mondo ora c’è un messaggio che dice che usare la violenza privata sia OK.

Schrader, che anche ha firmato la lettera, ha detto:

Quello che sta accadendo ora è qualcosa che rimanda a ciò che è accaduto quasi 50 anni fa, quando il movimento cinematografico si stava trasformando in movimento politico.

Il Cinema America non è un’organizzazione politica, tuttavia è supportata da un gruppo di persone che abbracciano apertamente il sentimento anti-fascista.

Intanto pare che per Reeves, ci sia la possibilità di far parte del Marvel Cinematic Universe, Kevin Feige sicuramente lo vorrebbe, anche se non si sa ancora in quale ruolo si adatterebbe di più.
È anche uscito nelle sale Toy Story 4 in cui Keanu Reeves presta la voce al personaggio di Duke Caboom, un giocattolo con le sembianze di uno stuntman canadese e amico di Bo Peep.

Leggi anche – Moon Knight: Keanu Reeves sarebbe perfetto per il ruolo, lo sostiene l’ex-disegnatore