Campari e il cinema. È passato molto tempo da quando il più noto marchio dell’aperitivo italiano scelse l’arte cinematografica come universo culturale e comunicativo di riferimento e dal 28 agosto al 7 settembre 2019 Campari lo celebrerà nuovamente con molteplici iniziative in qualità di Main Sponsor della 76. Mostra Internazionale d’arte Cinematografica di Venezia. Durante quella che è la più importante rassegna internazionale di promozione del cinema in tutte le sue forme, Campari sarà presente con un ricco programma volto a esaltare l’ormai indissolubile legame con il grande schermo. Fulcro delle iniziative sarà la Campari Lounge, un luogo aperto alla combinazione e alla contaminazione delle arti che, proprio accanto al celebre Red Carpet, si svilupperà su un’area di 200 mt² disposti su due piani. Proponendo l’aperitivo in perfetto stile italiano inteso come momento da scoprire, gustare e condividere, la lounge sarà la sede di incontri con attori, registi e operatori del settore lungo tutta la durata della Mostra.

campari cinematown.it

Sul tappeto rosso sfileranno molti ospiti, fra gli altri Greta Scarano, Catrinel Marlon, Alessandro Borghi e Ferzan Ozpetek, ognuno dei quali porterà a Venezia un personale contributo artistico. Il regista Ferzan Ozpetek, ad esempio, presenterà il cortometraggio “Venetika”, nato come opera d’arte per il Padiglione Venezia alla Biennale Arte 2019 e trasformato ora in un’opera cinematografica all’interno della quale l’iconica città è rappresentata da una donna immersa nell’acqua interpretata dall’attrice Kasia Smutniak. Il film sarà proiettato il 3 settembre su una piattaforma galleggiante: per la prima volta nella storia della Mostra, un vero e proprio cinema sull’acqua firmato Campari ospiterà in laguna una proiezione unica ed esclusiva che trasformerà l’esperienza del cinema in qualcosa di indimenticabile. Un’altra importante novità è costituita da Campari LAB, un laboratorio didattico realizzato in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, con l’obiettivo di far emergere i nuovi talenti del panorama cinematografico italiano.

campari cinematown.it

C’è un momento in cui assaporiamo infinite possibilità, e che può avere conseguenze imprevedibili.

È questo il nucleo tematico di “The Red Hour”, il primo progetto che nasce appunto all’interno di Campari Lab e che sarà presentato in anteprima durante la Mostra presso la Campari Lounge. Ospite d’eccezione della serata sarà l’attore Alessandro Borghi. Serie antologica sviluppata in cinque cortometraggi autoconclusivi ma connessi tra loro, “The Red Hour”declina in modo diverso lo stesso snodo narrativo: quel preciso momento, la red hour, in cui ci si aprono davanti infinite possibilità. Insieme alla Direzione Artistica della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica,Campari continua a valorizzare lo straordinario contributo che i collaboratori più stretti del regista offrono al compimento del progetto artistico rappresentato da ciascun film, confermando la seconda edizione del premio ufficiale “Campari Passion for Film”. Inoltre, saranno proprio gli inconfondibili cocktail rosso Campari ad accompagnare gli invitati in occasione delle cerimonie di apertura e chiusura della manifestazione, oltre ai momenti più esclusivi che animeranno il Lido e la città di Venezia. Infine, un evento segreto in una location ancora da svelare chiuderà la dieci giorni di cinema e passione firmata Campari. Seguiranno dettagli per trovare la chiave di accesso e vivere un’eclettica “Campari experience”.

Leggi anche: Festival di Venezia 2019 – il programma completo, presenti Joker e Ad Astra