Game of Thrones: il cast parla del contraccolpo negativo al finale della serie al San Diego Comic Con

Game of Thrones, CinemaTown.it

Il cast di Game of Thrones è stato presente al panel del San Diego Comic Con e ha parlato della reazione negativa che il finale di stagione ha ricevuto.


Com’è la vita ora dopo Game of Thrones? Questa è la domanda che si sono posti i fan e a cui i membri del cast hanno dovuto rispondere al panel della stagione finale dello show del Comic-Con di San Diego.
Ma prima di tutto, Conleth Hill, Nikolaj Coster-Waldau e altri hanno chiarito le questioni attorno al responso negativo che il finale della serie ha ottenuto.

Non mi pento di aver fatto partire la petizione. Siamo stati grati al vostro fandom durante  gli anni e penso che questa sia la realtà piuttosto che una campagna di odio guidata dai media.

Ha scherzato Hill riferendosi alla petizione firmata da centinaia di migliaia di fan che hanno chiesto che la HBO facesse il remake della stagione finale.

Coster-Waldau ha poi aggiunto che non c’era alcun modo che lo show potesse piacere a tutti quanti.

Arriva a un finale che farà incazzare tutti non importa cosa si faccia solo perché è il finale. Se avete odiato il finale, se lo avete amato, è grandioso, solo non prendete in giro la gente.

L’attore ha anche difeso la storyline finale di Jaimie che si è conclusa sotto una pila di macerie dell’Iron Keep.

Ho pensato che fosse perfetto per lui concludere tra le braccia di Cersei, aveva senso per me, è solo la mia opinione.

Ha detto quando una coppia di fan nell’audience ha espresso il proprio disaccordo.

Ciascun membro del cast aveva anche una tazza di caffè davanti a sé nella propria postazione, un audace riferimento alla tazza di Starbucks che è stata dimenticata in una scena della seconda puntata e che è stata notata da tutti quanti mentre guardavano lo show.
Guidato dall’eroina di Winterfell, Maisie Williams, il panel è stato un viaggio di un’ora lungo il percorso dei ricordi, col cast che ricordava quello che aveva rubato dal set, le loro frasi preferite, quello di cui sentiranno di più la mancanza e speculando su cosa riserverà il futuro ai loro personaggi.

Sono sicura che si stia godendo il suo momento. È come Dora l’esploratrice con la sua nuova nave.

Ha detto la Williams riguardo le avventure a Ovest di Arya.

Invece Isaac Hempstead-Wright ha commentato che Westeros sotto la guida di Bran sarà poco incline alle risate.

Secondo tutti gli intenti e gli obiettivi, Westeros ora è sotto sorveglianza con Bran che si rende conto di tutto quello che le persone stanno facendo.

Ha detto.

All’inizio del Panel, Liam Cunningham ha fatto una piccola battuta sul prequel della serie che attualmente è in lavorazione e si ambienta 10.000 anni prima degli eventi di Game of Thrones.

Penso che lo spinoff dovrebbe essere Better Call Davos, è un’idea da migliaia di dollari.

Ciascun membro del cast ha rivelato anche la propria battuta preferite dello show. A Coster-Waldau piace l’iconica frase “Hold the door”, mentre Williams ha optato per il suo momento più forte con “Not today” e Jacob Anderson, forse abbastanza banalmente, ha scelto “Valar Morghulis”.
Originariamente il cast doveva essere accompagnato dai showrunner David Benioff e D.B. Weiss che però si sono ritirato due giorni prima del panel a causa di “conflitti di produzione e impegni”.

Il panel è iniziato con una lunga clip che ha messo insieme i migliori momenti della serie. Da Bran che viene spinto giù dalla finestra, a Ned Stark che viene decapitato, alla battaglia dei Bastardi fino al finale in cui tutti si separano per andare per la propria strada; la clip e il panel sono stati entrambi emozionanti, dango il giusto addio a uno dei show più guardati e amati dell’ultima decade.

Leggi anche – Game Of Thrones: al via le riprese della serie tv prequel