Campari in Laguna, Campari al Lido: saranno tanti gli appuntamenti da segnare in agenda che il Brand, in qualità di Main Sponsor della 76esima Mostra Internazionale d’arte Cinematografica di Venezia, ha inserito nel proprio prezioso palinsesto: dieci giorni di Cinema a 360 gradi, incontri con i veri protagonisti, feste e “sorprese” che renderanno Venezia ancora più suggestiva e affascinante. Proprio di fronte al Red Carpet, la Campari Lounge, che sarà il fulcro dove si svolgeranno le tante iniziative proposte da Camparie non solo. La struttura di 200mq  disposta su due piani ospiterà infatti, in qualità di Partner, Vanity Fair che organizzerà una serie di talk, interviste e incontri tra stampa e protagonisti del cinema in quello che sarà il Vanity Fair Stage.

Si partirà Mercoledì 28 agosto con la cerimonia di inaugurazione che darà il via alla “dieci giorni” della kermesse del cinema. Venerdì 30 agosto ore 17.00 ci sarà un momento dedicato alla stampa con l’attrice Greta Scarano che poi, verso le 23.00, quando le luci del Red Carpet si spegneranno, regalerà a Venezia una sua performance in Lounge Campari dove reciterà un monologo incentrato sulla passione per un lavoro speciale come quello di attore. Per i cultori della notte, Campari offrirà la possibilità di fare le ore piccole nella meravigliosa cornice della “Palazzina Red Passion” sul Canal Grande che, per tutta la durata del festival, ospiterà e accoglierà i propri ospiti con deejay di fama internazionale.

Vanity Fair invece, aprirà la giornata di Sabato 31 agosto presso la Vanity Fair Stage, al piano superiore della Campari Lounge, con due incontri, dove le protagoniste speciali saranno rispettivamente alle ore 12:00 Sarah Felberbaum e alle ore 15:00 l’attrice Anna Foglietta. Sempre Sabato 31, sbarcherà a Venezia anche Alessandro Borghi in qualità di ospite d’eccezione e padrino della premiazione di Campari Lab, laboratorio didattico nato dalla collaborazione con il Centro Sperimentale del Cinema, volto a valorizzare i nuovi talenti del panorama cinematografico italiano che hanno creato una serie di cortometraggi che traggono ispirazione dai valori portanti del brand. La premiazione avverrà alle ore 18.00 presso Campari Lounge. Tantissimi anche gli appuntamenti di Domenica 1° settembre: Vanity Stage sarà sede di un altro incontro alle ore 12.00 con Micaela Ramazzotti, uno dei volti cinematografici italiani più noti.

Nel pomeriggio alle ore 16.30 in Sala Grande (Palazzo del Cinema), sarà il turno della consegna del premio ufficiale Campari Passion For Film Award. Nato dalla collaborazione tra Campari e la Direzione Artistica della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, il premio si pone l’obiettivo di valorizzare e premiare lo straordinario contributo che i collaboratori più stretti dei registi offrono alla realizzazione di ciascun cortometraggio che ne fa parte. Durante il mese di agosto, La Biennale di Venezia e Campari hanno annunciato che il premio è stato attribuito al direttore della fotografia Luca Bigazzi (La grande bellezza, Così ridevano, Pane e tulipani) grazie al suo nuovo lavoro, la serie The New Pope di Paolo Sorrentino. Successivamente alla consegna del riconoscimento, avrà luogo la proiezionein prima mondiale degli episodi 2 e 7di The New Pope di Paolo Sorrentino (episodi 2 e 7) con protagonisti, tra gli altri, Jude Law, John Malkovich, Silvio Orlando, Cécile de France, prodotta da Sky con Hbo, Canal+, realizzata da Wildside e distribuita nel mondo da Fremantle.

Sempre il 1° Settembre Campari sarà partner del Filming Italy Best Movie Award con un aperitivo che ospiterà la nutrita delegazione di attori italiani e internazionali tra cui l’attrice pluripremiata Isabelle Huppert e che avrà luogo presso la Campari Lounge. Lunedì 2 settembre è la volta della festa più attesa al Lido: il party di Ciak. Campari darà in questa occasione il benvenuto a tutti i suoi ospiti all’interno della Terrazza Biennale. Martedì 3 settembre sbarcherà in laguna uno dei registi più amati del cinema italiani: Ferzan Ozpetek che sarà accompagnato dalla sua musa, Kasia Smutniak ospite della Campari lounge alle ore 16:00. La coppia artistica presenterà a Venezia, alle ore 21.00 circa, “Venetika”, il cortometraggionato come opera d’arte per il Padiglione Venezia alla Biennale Arte 2019 e trasformato ora in un’opera cinematografica all’interno della quale Venezia è rappresentata da una donna immersa nell’acqua interpretata dall’attrice polacca.

Campari, per questo evento, ha realizzato una piattaforma galleggiante, un vero e proprio “Floating Cinema” il primo cinema sull’acqua nella storia della Mostra, con circa cinquanta sedute, che regalerà agli spettatori un’esperienza unica e indimenticabile nel suo genere. Ma gli invitati, non saranno i soli a beneficiare della magnifica installazione Campari: per i più intraprendenti e coloro che ne avranno la possibilità, sarà possibile infatti poter godere della proiezione direttamente dalla propria imbarcazione che, nei limiti, potrà avvicinarsi alla chiatta galleggiante.

L’ultimo giorno della settimana,Venerdì 6 settembre, sarà impreziosito anche dalla presenza dell’attrice e modella Catrinel Marlon che interpreterà il red passion Campari sul red carpet.  In serata avrà luogo in una location ancora segreta la grande festa di chiusura organizzata da Campari che, con una serie di sale sensoriali e atmosfere che richiameranno le intriganti feste veneziane, accompagnerà gli invitati in una serata straordinaria. Infine, Sabato 7 settembreavrà luogo la Cerimonia di Chiusura di tutte le attività dove Venezia saluterà il Festival e chiuderà i battenti alla della 76. Mostra Internazionale d’arte Cinematografica di Venezia.

Campari e il cinema

campari cinematown.it

Simbolo dell’aperitivo italiano per eccellenza, Campari è per il secondo anno consecutivo main sponsor della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica – La Biennale di Venezia. Da sempre, Campari sceglie il mezzo cinematografico come veicolo di comunicazione per raccontare, in modo avveniristico e aspirazionale, l’essenza di un marchio che ha sancito la nascita del mito dell’aperitivo italiano nel mondo. Un connubio, quello tra Campari e il grande schermo, che trova la massima espressione nelle numerose collaborazioni con registi e attori di fama internazionale, attraverso campagne innovative che hanno scritto la storia della comunicazione di marca. Un percorso artistico che prende il via nel 1984, quando Federico Fellinigirò per Campari “Ragazza in treno”: un vero e proprio corto cinematografico che vede il celebre regista cimentarsi per la prima volta nella realizzazione di uno spot per un marchio privato.

Il sodalizio tra Campari e registi pluripremiati prosegue nel tempo e, tra le numerose collaborazioni, possono essere citate quelle con Tarsem Singh, autore della “Trilogia” negli anni Novanta, e Joel Schumachercon “L’attesa” (2011), fino ad arrivare a Paolo Sorrentinoche ha firmato l’attuale campagna di comunicazione “Creation”. Non solo registi ma anche talenti hollywoodiani del calibro di Uma Thurman, Penelope Cruz o Benicio del Toro hanno affiancato il loro nome a quello del brand in qualità di protagonisti di diverse edizioni del Calendario Campari. Infine, Campari Red Diaries, l’ultimo progetto che utilizza il cortometraggio per portare in scena il concetto che “ogni cocktail racconta una storia”, può vantare le regie di Paolo Sorrentino, Stefano Sollima e Matteo Garronee l’interpretazione di attori quali Clive Owen, Zoe Saldana, Ana de Armas e Adriano Giannini.

Leggi anche: Campari e il cinema – l’impegno dello sponsor ufficiale di Venezia 76