Sarà l’omaggio al cinema di Carlo Verdone l’evento centrale della quinta edizione di Presente Italiano, festival interamente dedicato alle opere nazionali più interessanti prodotte nell’ultimo anno, in programma dal 1° al 6 ottobre a Pistoia in vari luoghi della città, con la direzione artistica di Michele Galardini. Il festival presenta, oltre all’omaggio a Verdone, il concorso dedicato al cinema italiano con sei film selezionati che saranno votati da una giuria popolare; un evento dedicato al cinema sperimentale e uno dedicato al rapporto tra cinema e poesia; una sezione si svolgerà interamente all’interno del Liceo P. Petrocchi, con proiezione e incontri e la serata finale con l’omaggio a Federico Fellini e la proiezione di Amarcord in versione restaurata dalla Cineteca di Bologna.

Carlo Verdone sarà a Pistoia venerdì 4 e sabato 5 ottobre per partecipare a una serie di incontri e proiezioni che ruoteranno, naturalmente, attorno alla sua carriera. Sabato 5, in particolare, sarà una giornata speciale a partire dalla mattina con la presentazione, in anteprima, del nuovo numero monografico della rivista INLAND dedicata proprio a Verdone che dividerà la scena con Ilaria Floreano (Bietti Editore) e Roy Menarini, docente e curatore della monografia; alle 17 sarà invece impegnato in un incontro totale di cinema e musica in piazzetta dell’ortaggio, accompagnato dal set di Coxca dj.  Sempre al regista romano sarà dedicata la mostra fotografica “Uno, dieci, cento Verdone” composta da 32 ritratti originali scattati, dentro e fuori il set, dal fotografo Claudio Porcarelli e realizzata grazie al contributo di Conad e alla collaborazione del Comune di Pistoia.

L’allestimento sarà visitabile gratuitamente nell’atrio del Palazzo Comunale (Piazza del Duomo) dall’1 al 6 ottobre negli orari di apertura della struttura. L’omaggio cinematografico si compone di quattro film selezionati dallo stesso regista romano che saranno proiettati al cinema Roma: Maledetto il giorno che t’ho incontrato, Compagni di scuola, Ma che colpa abbiamo noi, Posti in piedi in paradiso e il documentario Vinilici che lo vede protagonista, questa volta, davanti alla macchina da presa. Venerdì 4, invece, alle 18.30 presso la Libreria Lo spazio di via dell’ospizio, verrà presentata la collana di Gremese “I cult del grande cinema popolare” con Claudio Bartolini, curatore, e gli autori Davide Pulici e Stefano Loparco. Galardini ha dichiarato:

Avere Carlo Verdone a Pistoia è un importantissimo approdo per il festival e per il lavoro sul cinema popolare italiano che stiamo portando avanti dalla prima edizione. Autore straordinario, sceneggiatore raffinato e regista completo, Verdone ha sempre raccontato l’Italia a partire dai personaggi, dal singolo individuo capace di creare un universo di tic, perversioni e manie, fino al racconto corale dove è lo scontro fra soggetti fra loro diversi a farsi portatore di istanze di analisi sul nostro tempo. Sarà proprio quest’ultimo aspetto a rappresentare il filo rosso dell’omaggio.

Aggiunge Luca Iozzelli, presidente di Fondazione Caript:

La Fondazione Caript finanzia il festival Presente Italiano fin dalla sua nascita, quando già si coglievano organicità e fattibilità del progetto. Giunti a questa quinta edizione, è evidente che la qualità del festival intuita all’inizio sta confermandosi sempre più, ed è proprio per questo che ancora oggi continuiamo a supportare questa bella iniziativa, con la consapevolezza che sarebbe assurdo abbandonarla proprio adesso, nel momento di maggior crescita.

Leggi anche: Toni Servillo premiato col Bronzo Dorato all’Arte della Recitazione all’Animavì