Il duo che nel 2011 ha dato vita a Game of Thrones è stato allontanato da Lucasfilm e Disney, coi quali D&D erano d’accordo per lo sviluppo di una nuova trilogia di Star Wars, prevista per il 2022. I due sceneggiatori avrebbero dovuto inaugurare la nuova era post-Skywalker, scrivendo nuovi contenuti originali. Alla base di questo allontanamento, stando quanto citato da Benioff & Weiss, ci sarebbe il loro storico accordo con Netflix, che li terrebbe troppo occupati nonostante il loro grande amore per Star Wars. Così hanno detto a Deadline:

Adoriamo Star Wars. Quando George Lucas l’ha messo in piedi, ha costruito anche la nostra cultura. Parlare della saga con lui e l’attuale amministrazione è stato l’apice della nostra carriera, e saremo sempre in debito con questa storia che ha cambiato tutto per sempre.

Le ore che abbiamo a disposizione durante il giorno non sono illimitate. Non ci siamo quindi sentiti in grado di dare a Star Wars tutta l’attenzione che merita, alla luce dei nostri impegni con Netflix. È una scelta dolorosa, ma dobbiamo rinunciare al progetto.

Kathleen Kennedy, presidente di Lucasfilm, ha molti altri progetti già in programma: L’Ascesa di Skywalker uscirà a dicembre, The Mandalorian sarà su Disney+ tra due settimane e la serie su Obi-Wan con Evan McGregor è tutt’ora in cantiere. Non è chiaro quindi quanto l’annullamento della trilogia di D&D sia così traumatico dal punto di vista progettuale e imprenditoriale. Inoltre, come già annunciato, non mancano altre collaborazioni come quelle con Rian Johnson e Kevin Feige. Lucasfilm non chiude comunque tutte le porte, come dichiarato da Kennedy:

Benioff & Weiss sono narratori formidabili. Speriamo di includerli nel nostro viaggio futuro, quando saranno in grado di districarsi dal loro fitto programma per concentrarsi su Star Wars.

LEGGI ANCHE: Game of Thrones – il bilancio finale della serie, confrontata con l’opera letteraria