Avevano destato parecchio scalpore le parole di Martin Scorsese, forse il regista vivente più conosciuto e di successo del mondo, in merito ai film Marvel. Il regista, tra gli altri, di Toro Scatenato e The Departed (premio Oscar al miglior regista) aveva infatti affermato:

Non li vedo [i film Marvel, ndr]. Ci ho provato, sapete? Ma questo non è cinema. Onestamente, la cosa che più mi ricordano, così come sono fatti, con gli attori che fanno il meglio che possono in queste circostanze, sono i parchi a tema. Non è il cinema degli esseri umani che cercano di trasmettere esperienze emotive e psicologiche a un altro essere umano.

Dopo questa bocciatura assoluta e totale, sono state moltissime le reazioni del mondo Marvel e soprattutto dei fan, che hanno attaccato duramente Martin Scorsese, accusandolo anche di invidia. Nemmeno gli addetti ai lavori della Casa delle Idee ci sono sempre andati leggeri, ad eccezione del signorile Robert Downey Jr, il quale ha sostenuto il diritto del cineasta ad esprimere la propria opinione (“Apprezzo la sua opinione“). Chi però si aspettava, a seguito delle tante critiche ricevute, un deciso passo indietro da parte del regista, è rimasto deluso. In un’altra intervista infatti, sollecitato da un giornalista, ha rincarato la dose:

Come ho già detto non è cinema, è qualcos’altro, non dovremmo esserne invasi. Questo è un grosso problema, e c’è bisogno che gli esercenti facciano un passo avanti, per consentire alle sale di mostrare film narrativi.

Insomma, la tendenza degli ultimi anni a considerare “d’autore” anche i cinecomic non sembra piacere proprio a Martin Scorsese, che ci tiene a ribadire la differenza tra cinema di intrattenimento e autoriale. non molto tempo fa, anche Ethan Hawke aveva parlato in termini simili, a seguito del successo di Logan, con Hugh Jackman, affermando:

Ora, il problema è che definiscono Logan un grande film. Beh, è un grande film di supereroi. Parla di persone col frac e il metallo che esce dalle mani. Non è Bresson, ne Bergman. Ma ne parlano come se lo fosse.

Leggi Anche – Rian Johnson su Scorsese e la Marvel: “Può dire quello che vuole come tutti e io voglio sentire quello che ha da dire”