Va al regista inglese Brian Welsh il premio Speciale Hamilton Behind the Camera Award – Torino Film Festival per Beats, suo secondo lungometraggio cinematografico.  Il film, presentato nella selezione ufficiale dei festival di Glasgow, Rotterdam e dello Slamdance, approda al Torino Film Festival nella sezione Festa Mobile, che come ogni anno propone una panoramica dei film più significativi della stagione, inediti in Italia: le nuove tendenze, le mode nascenti, le novità più stimolanti dell’anno cinematografico. Il premio Hamilton Behind the Camera Award-Torino Film Festival 2019 sarà consegnato al regista Brian Welsh domenica 24 novembre alle ore 22.00 al cinema Massimo, sala 1 (sala Cabiria). A seguire è prevista la proiezione del film.

Hamilton premia il regista Brian Welsh per un’opera che intreccia con energia e vitalità una storia di formazione su uno sfondo fortemente inglese grazie a un ritmo serrato, cadenzato per tutto il film dal tema della musica e della politica. Partendo dalle vicende personali dei due giovani protagonisti Welsh racconta una storia di amicizia, di libertà, di ricerca di un’identità che deve fare i conti con il mondo circostante per riscrivere un destino diverso da quello già definito da altri. I valori di audacia, libertà e autodeterminazione sottesi al film si intrecciano con continuità a quelli del marchio svizzero.

Il mondo del cinema rappresenta una fonte di ispirazione inesauribile per Hamilton, che accosta il suo nome a prestigiose produzioni cinematografiche. Dal 1932 il marchio lavora a stretto contatto con il mondo del cinema e i suoi orologi sono apparsi in alcune delle più recenti pellicole quali Men in Black: International, Interstellar e Sopravvissuto – The Martian. Oltre alla presenza degli orologi in film di successo, Hamilton ospita a Hollywood da dieci edizioni la manifestazione Hamilton Behind the Camera Awards per premiare gli artisti e le figure professionali che hanno lasciato un’impronta personale nell’industria del cinema.

Tra i vincitori delle scorse edizioni vi sono il produttore Graham King per Bohemian Rhapsody, la costumista Mary Zophres con First Man – Il primo uomo, il produttore Darren Aronofsky con Jackie, il regista Barry Jenkins con Moonlight, il compositore Justin Hurwitz con La La Land, la montatrice Sandra Adair con Boyhood, per citarne alcuni. Per consolidare il lungo e intenso legame con l’industria cinematografica, Hamilton HA inaugurato nel 2018 la collaborazione con il prestigioso Torino Film Festival per premiare un regista distintosi per un’opera di rilievo, espressione incisiva di una nuova generazione di filmmaker. Giunto alla 37ma edizione, il TFF è uno dei festival più importanti nel panorama nazionale e internazionale e propone un cinema giovane, attento all’innovazione del linguaggio cinematografico, ai nuovi autori e alle nuove tendenze.

Leggi anche: Torino Film Festival 2019 – le ultime anticipazioni sui film in concorso 

Discuti di questo argomento e molto altro nel gruppo Facebook CinemaTown – Cinema e Serie Tv

cinematown.it