Lo scorso sabato, un incendio è scoppiato nel cuore di Burbank, in California, ed è arrivato molto vicino ai Warner Bros. studios. Tutti i dipendenti hanno lasciato la proprietà, ma il regista Clint Eastwood si è rifiutato di evacuare, in modo da poter finire il montaggio del suo nuovo bio-dramma, Richard Jewell. L’attore Scott Eastwood ha usato Instagram per condividere che, nonostante gli fosse stato ordinato di evacuare, suo padre, Clint, è rimasto per continuare perché c’era “lavoro da fare”.

Il compositore Christopher Drake ha twittato sulle evacuazioni del lotto, scrivendo: “Ho dovuto evacuare il mio studio alla Warner Bros. per la prima volta in assoluto a causa del fumo del #Barhamfire proprio dietro il lotto dello studio. Al momento Warner Bros. è in blocco totale”. Per quanto riguarda gli Universal Studios di Hollywood, non ci sono ordini di evacuazione in vigore per il parco a tema o lotti di studio nelle vicinanze. Il sindaco di Los Angeles, Eric Garcetti, ha condiviso una dichiarazione su Twitter, esortando quelli della zona a “essere consapevoli dei veicoli di emergenza e dei vigili del fuoco”.

LEGGI ANCHE – Doctor Sleep: la recensione del film sequel di Shining