The Irishman come mini serie: Scorsese tuona il suo tassativo NO

the irishman martin scorsese cinematown.it

La durata di The Irishman sta destando un po’ di malcontenti tra gli utenti, che avrebbero preferito una distribuzione più alleggerita del film.


La durata di tre ore e mezza di The Irishman sta creando qualche scontento generale tra gli utenti di Netflix, che non stanno apprezzando appieno l’opera di Martin Scorsese a causa di una percepita lentezza narrativa. La soluzione che sorge spontanea potrebbe essere quella di dividere il film in episodi, come una serie limitata – cosa già escogitata per The hateful eight di Tarantino – da rilasciare in più serate. Idea che, come a dichiarato ad EW, non sconfinfera affatto Scorsese, poiché resta convinto del fatto che una serie limitata non poteva funzionare meglio del lungometraggio interno:

Qualcuno ha detto che The Irishman è talmente lungo da avere contenuti per due stagioni di una serie, ma la mia risposta è assolutamente no. Non ci ho mai nemmeno pensato, perché il cardine narrativo del film è la grande quantità di dettaglio.

Una serie su The Irishman poteva anche avere senso, potendo così sviluppare più intrighi e personaggi, ma non sarebbe affatto stata la soluzione migliore.

Secondo il regista, è fondamentale guardare la parte finale del film, durante la quale Robert De Niro vive la progressiva fine dei suoi rapporti umani lunghi una vita, in maniera cumulativa e non episodica. A sostegno della durata del film ci sono le risposte lanciate al giornalista Alexander Denerfors, il quale ha avuto l’idea di twittare un suggerimento su come guardare The Irishman, ovvero spezzettandolo come se fosse una serie limitata.

Ovviamente, a sostenere l’infattibilità della cosa vi è il budget del film: nessuna serie televisiva limitata avrebbe mai ricevuto un finanziamento di 175 milioni di dollari come avvenuto per The Irishman, il quale ha richiesto un investimento mastodontico affinché si potessero sostenere i costi della computer graphic con cui gli attori sono stati ringiovaniti. Recentemente, Scorsese ha dichiarato a Variety:

Avevamo bisogno di un budget altissimo. Le tematiche e le sfide che mi hanno ossessionato per tutta la mia carriera erano lì ad aspettarmi, perché volevo dare a Robert la possibilità di riprendere un po’ di tutto quel che avevamo fatto assieme e metterlo in un nuovo contenitore, incontrandoci ad un punto molto diverso delle nostre vite rispetto all’ultima volta che abbiamo collaborato.

LEGGI ANCHE: The Irishman – attori e registi raccontano l’esperienza di lavorare assieme

Per tutte le notizie sul mondo di Netflix seguite punto Netflix su Facebook
bannerpni