Nonostante il successo critico e finanziario di Aquaman del 2018, il sequel non arriverà nei cinema fino al dicembre 2022. Il regista James Wan e la star del film Jason Momoa, sono stati una combinazione perfetta per il DC Extended Universe (DCEU). Aquaman non solo ha ricevuto recensioni positive, ma è stato anche un successo al botteghino, incassando oltre 1 miliardo di dollari in tutto il mondo, rendendolo il film con il maggior incasso nel DCEU. Visto il grande successo, si è parlato di un sequel fino a quando Warner Bros. non l’ha confermato, fissando la data di uscita ufficiale per il 16 dicembre 2022. Wan è stato scelto per girare anche il secondo il film e, finora, gli unici membri del cast confermati per il sequel oltre a Momoa sono Patrick Wilson, che interpreta il fratellastro di Arthur Curry, Orm, e Yahya Abdul-Mateen II, che interpreta Black Manta. Altre star del primo film come Willem Dafoe, Nicole Kidman e, in particolare, Amber Heard, devono ancora prendere accordi. Con l’uscita del sequel fissata per la fine del 2022, Aquaman 2 non inizierà le riprese fino all’inizio della metà del 2021. Ciò significa che saranno trascorsi quattro anni tra le uscite di Aquaman e Aquaman 2, che è un divario insolito per un film di supereroi. Tuttavia, i film futuri nel DCEU sono in parte responsabili dell’attesa di quattro anni. In poche parole, non c’è quasi spazio per una data di uscita di Aquaman 2. DC ha una lista affollata nel 2020 e 2021: il prossimo febbraio, rilascerà Birds of Prey e Wonder Woman 1984 a giugno. Nel 2021, invece, rilascerà The Batman a giugno, Suicide Squad ad agosto e Black Adam a dicembre.

Oltre alla congestione della pubblicazione, il fitto programma di Wan aumenta il ritardo di Aquaman 2. Il regista ha firmato per scrivere e dirigere Malignant, un film horror con Jake Abel, Michole Briana White, Annabelle Wallis e Maddie Hasson. Ha iniziato le riprese lo scorso settembre con una data di uscita fissata per il 14 agosto 2020. Sta inoltre producendo Saw e The Conjuring, nonché Mortal Kombat e The Magic Order di Netflix. Quindi, se Warner Bros. vuole Wan per il sequel di Aquaman al più presto, il regista non potrà iniziare le riprese prima del 2021. Nonostante il lungo divario, un’attesa di quattro anni tra i film di Aquaman può essere comunque positiva. Il tempo extra consentirà a Wan di completare i suoi progetti prima di immergersi completamente nell’universo Aquaman. Inoltre, l’universo DC sta iniziando a fare passi da gigante, dopo successi come Wonder Woman e Shazam!. Dunque, l’attesa per Aquaman 2 potrebbe essere lunga, ma potrebbe rivelarsi la cosa migliore per il DCEU.

LEGGI ANCHE – Star Wars: Gli utimi Jedi, J.J. Abrams dà la sua opinione

Discuti di questo argomento e molto altro nel gruppo Facebook CinemaTown – Cinema e Serie Tv

cinematown.it