Hugh Grant: le elezioni in UK sono state un disastro e “il paese è finito”

Hugh Grant, CinemaTown.it

Hugh Grant non cambia la sua opinione riguardo la Brexit e dice che il paese è finito in seguito alla vittoria del Partito Conservatore di Johnson.


Anche se non c’erano molti dubbi riguardo i sentimenti della star di Paddington, Hugh Grant, sul risultato delle elezioni generali nel Regno Unito il mese scorso, l’attore ha ri-affermato la sua posizione dichiarando pubblicamente che il risultato è “una catastrofe”.
Durante il tour promozionale per The Gentlemen di Guy Ritchie, in cui fa da co-star con Matthew McConaughey e Charlie Hunnam, a Grant è stato chiesto dall’Associated Press come si sentisse ora che “tutto è stato stabilito”; l’attore ha risposto schiettamente che non c’era un orizzonte positivo e che “il paese è finito”.

Ecco qui la clip.

La data ufficiale per il paese di lasciare l’Unione Europea è il 31 Gennaio alle 23.00 GMT, dopo di che entrerà in un periodo di transizione che durerà fino al 31 Dicembre 2020. In questo arco di tempo, il governo del Regno Unito cercherà di negoziare un accordo di scambio con l’Unione Europea, in contemporanea alla negoziazione con altri paesi che non hanno accordi con l’Unione Europea, come gli Stati Uniti.
Il leader del Partito Conservatore, Boris Johnson, ha ottenuto una vittoria record nelle elezioni di Dicembre, preparando il terreno per consegnare i primi passi per la Brexit alla fine di questo mese, dopo un processo che è stato lungo e tortuoso.

Hugh Grant è critico di Johnson e del partito Conservatore da molto tempo. Lo scorso anno ha chiamato il Primo Ministro

Un giocattolo di gomma da bagno eccessivamente propagandato

riguardo ai suoi sforzi di spingere per la Brexit. Prima delle elezioni, per cercare di porre un freno alla “pazzia della Brexit”, Hugh Grant si era spinto a suonare alle porte dei cittadini inglesi per convincerli a non votare per la Brexit in un’imitazione di quello che ha fatto il suo iconico personaggio in Love Actually.

Discuti di questo argomento e molto altro nel gruppo Facebook CinemaTown – Cinema e Serie Tv

cinematown.it

Leggi Anche: Coronavirus contagia il cinema cinese: migliaia di sale chiuse e decine di release annullate