La cerimonia dei Golden Globes 2020 ha continuato la ricca tradizione di star che promuovono la politica progressista. Il tema principale della serata è stato il disastro che ha devastato l’Australia. Gli incendi, che colpiscono il paese da settembre, hanno ucciso 20 persone, distrutto migliaia di edifici e bruciato finora 14,8 milioni di acri in questa stagione. L’attore australiano Russell Crowe non era presente per accettare il premio come miglior attore in una miniserie perché era a casa con la sua famiglia, nel paese devastato dal fuoco. Jennifer Aniston ha letto una dichiarazione a nome di Crowe:

Non commettiamo errori, la tragedia che si sta verificando in Australia è basata sul cambiamento climatico. Dobbiamo agire in base alla scienza, spostare la nostra forza lavoro globale nelle energie rinnovabili e rispettare il nostro pianeta per il luogo unico e straordinario quale è.

Compagne australiane Cate Blanchett, Margot Robbie e Nicole Kidman, erano tutte nominate ai Golden Globes, e Naomi Watts ha anche presentato.

“Quando un paese affronta un disastro climatico, tutti affrontiamo un disastro climatico”, ha detto Blanchett.

Nel suo discorso di ringraziamento per aver vinto come miglior attrice non protagonista nella mini serie The Act, Patricia Arquette ha affrontato sia il tema degli incendi australiani, che la situazione tra gli Stati Uniti e l’Iran:

Questa sera, 5 gennaio 2020, non comparirà nei libri di storia. Troveremo un paese sull’orlo della guerra, gli Stati Uniti d’America, un presidente che twitta una minaccia di 52 bombe, compresi siti culturali, giovani che rischiano la vita viaggiando per il mondo, persone che non sanno se le bombe scenderanno sulla testa dei loro figli e il continente australiano in fiamme. Quindi, visto che amo così tanto i miei figli, prego tutti noi di dare loro un mondo migliore. Per i nostri figli e i loro figli, dobbiamo votare nel 2020 e dobbiamo supplicare e supplicare per far votare tutti nel 2020.

Ma per Joaquin Phoenix, che ha vinto come miglior attore per film drama Joker, l’élite di Hollywood dovrebbe fare di più, e ha detto:

È bello votare, ma a volte dobbiamo assumerci quella responsabilità su noi stessi e apportare cambiamenti e sacrifici nella nostra vita e speriamo di poterlo fare. Non dobbiamo portare jet privati ​​a Palm Springs per i premi. Cercherò di fare meglio e spero che lo farete anche voi.

Phoenix, che è vegano, ha anche elogiato i Golden Globes per aver offerto un menù rigorosamente a base vegetale durante la cerimonia, un argomento di cui ha discusso quando ha parlato con i giornalisti nel backstage, mettendo in evidenza i vantaggi ecologici di allontanarsi dall’agricoltura animale e dal consumo di carne.

“Non sono mai stato così orgoglioso di partecipare a una cerimonia di premiazione come lo sono stasera”, ha affermato l’attore.

Michelle Williams invece, nel suo discorso di ringraziamento per aver vinto il premio come miglior attrice nella miniserie Fosse / Verdon si è concentrata sui diritti di aborto – un discorso durante il quale la trasmissione televisiva della NBC è stata più volte rivolta a Busy Philipps, che ha approvato di cuore il messaggio di Williams – e Kate McKinnon, che è una lesbica, ha sottolineato l’importanza del personaggio di Ellen DeGeneres in Ellen, sul fatto che è diventata la prima protagonista della sitcom gay, quando le ha consegnato il premio “Carol Burnett”.

LEGGI ANCHE – Golden Globes 2020: tutti i vincitori categoria per categoria

Discuti di questo argomento e molto altro nel gruppo Facebook CinemaTown – Cinema e Serie Tv

cinematown.it