Dracula: Blumhouse al lavoro sul film

Dracula CinemaTown.it

Dopo il successo de L’Uomo Invisibile, Blumhouse Productions è al lavoro sul nuovo adattamento di Dracula, affidato a Karyn Kusama.


Il successo critico e di pubblico de L’uomo Invisibile è stato notevole e, dopo l’interesse palesato da Leigh Whannell, Blumhouse Productions ha appena ufficializzato di essere al lavoro su Dracula. Il personaggio è stato creato da Bram Stoker nel 1897. Da quel momento, il mostro inglese è stato ripetutamente trasposto al cinema grazie ad una serie di adattamenti più o meno riusciti. A partire da Nosferatu di Murnau e, in modo particolare, da Dracula di Tod Browning del 1931, il cattivo si è imposto come uno dei più influenti ed affascinanti villain nel mondo del cinema.

Nel 2014, Universal Pictures ha provato a rilanciare il personaggio in Dracula Untold. Nel film, il celebre vampiro è stato interpretato da Luke Evans. I risultati, però, sia in termini di ricezione critica sia al box-office, sono stati pessimi e la casa di produzione ha accantonato il progetto di rilancio di un Dark Universe condiviso fino al 2017, anno di uscita de La Mummia. Ancora una volta, però, il tentativo di rilancio è stato davvero velleitario. A fronte di un altissimo budget di produzione (circa 150 milioni di dollari), il film con Tom Cruise è stato un flop. A salvare la baracca è intervenuta Blumhouse Productions che, forte di un first-look-deal di dieci anni con Universal Pictures, ha proposto una rilettura contemporanea de L’Uomo Invisibile, affidata a Leigh Whannell, penna di Saw e di Insidious insieme a James Wan e regista di Upgrade.

Dracula CinemaTown.it

Secondo The Hollywood Reporter, la stessa sorte potrebbe toccare anche a Dracula. Il basso budget, infatti, dona ai cineasti la possibilità di dare vita ad una lettura moderna e libera dai condizionamenti di romanzo e dei precedenti adattamenti. A curare la regia del nuovo progetto Blumhouse sarà Karyn Kusama, nota per Destroyer e per Aeon Flux. Ancora una volta, la produzione sarà curata da Jason Blum che, a questo punto, mette seriamente le sue mani sulla fondazione del nuovo Dark Universe. Le intenzioni, però, sono quelle di dar vita ad una serie di stand-alone in cui i personaggi non incroceranno mai le loro strade.

Tuttavia, Universal sta sviluppando anche altri progetti legati ai Mostri Classici. James Wan, ad esempio, si sta occupando di una sorta di moderno Frankenstein, mentre Sam Raimi o John Krasinski dirigeranno La Sposa di Frankenstein. Qualora il progetto si riveli ben curato, Universal potrebbe aver dato vita ad un nuovo taglio, in grado di attirare l’attenzione di pubblico e critica e di portare avanti un discorso compiuto sui mostri nella società contemporanea.

LEGGI ANCHE: L’Uomo Invisibile – La rilettura del mostro classico

Discuti di questo argomento e molto altro nel gruppo Facebook CinemaTown – Cinema e Serie Tv

cinematown.it