La quarantena è un’occasione per fare cose lasciate accantonate per anni, ma se non si sta attenti si rischia di lasciare qualche scintilla di ordinaria follia. È quella che ha iniziato ad emanare il genio della comicità tra i più amati dei nostri tempi, il solito Jim Carrey che dal suo isolamento ha pensato di lanciare la sua nuova campagna per passare le giornate durante il tempo del Coronavirus. A differenza di Chris Hemsworth, che ha pensato di lanciare la sua app per mantenersi in forma, Jim Carrey ha puntato su un grande classico: la pigrizia.

Si chiama la sfida della barba, lanciata sull’account twitter dell’attore con l’hashtag #letsgrowtogether – forse ricalcando la canzone hippie Let’s work together – e vuole coinvolgere i fan, per lo più di sesso maschile, nel postare regolarmente primi piani in cui si constatano i progressi fatti dalla crescita delle proprie barbe. Un’iniziativa che lo stesso Jim Carrey ha definito all’avanbarba. Nel testo del tweet, si legge la dichiarazione ufficiale con le motivazioni che hanno spinto il già imprevedibile attore a lanciare questa challenge.

Giorno 1. Mi farò crescere la barba finché non torneremo tutti al lavoro. Posterò regolarmente delle foto, così potrete meravigliarvi di fronte al miracolo della mia trasformazione senza alcun senso. Normalmente, mi piace essere all’avanguardia quando si tratta di entertainment. Ora sarò all’avambarba. Per piacere, unitevi a me #letsgrowtogether

LEGGI ANCHE: Jim Carrey sul sequel di The Truman Show – «i social sono un’ottima ispirazione»

Discuti di questo argomento e molto altro nel gruppo Facebook CinemaTown – Cinema e Serie Tv

cinematown.it