Craig Mazin, autore dell’adattamento televisivo di The last of us per HBO, ha già garantito che rimarrà fedele alla caratterizzazione della protagonista del videogioco, Ellie, mantenendola omosessuale. L’emittente aveva recentemente annunciato l’inizio dei lavori con Mazin e Neil Druckmann – scrittore e direttore creativo del gioco – come produttori esecutivi e autori dell’episodio pilota. Mazin era già stato sceneggiatore e produttore di Chernobyl, uno dei più grandi successi di sempre di casa HBO. The last of us era stato pubblicato da Sony nel 2013, venendo 1,3 milioni di copie nella sola prima settimana di uscita, arrivando a oltre 17 milioni nel 2018.

La sessualità di Ellie ha giocato un ruolo principale nel DLC del gioco, rivelando la sua omosessualità in alcuni flashback della storia, dove bacia l’amica Riley. Questa scelta venne acclamata dai fan, che non la ritennero un appesantimento della trama. Non solo, i giocatori più progressisti avevano ampiamente celebrato l’inclusione di un personaggio protagonista omosessuale all’interno di un franchise di grande successo. CBR ha inoltre notato un tweet di Mazin, dove ha confermato le sue intenzioni per The last of us: quando un fan gli ha chiesto di non evitare l’omosessualità di Ellie, lo sceneggiatore gli ha dato la sua parola.

The last of us di HBO andrà ad affrontare gli eventi visti nel primo capitolo del videogioco e il mantenimento della sessualità di Ellie suggerisce che Mazin resterà fedele anche al resto del materiale di partenza. Nulla vieterebbe a lui e Druckmann di ripartire da zero, tranne le premesse attorno ai personaggi, creando una storia fino ad ora sconosciuta anche ai fan più sfegatati. La serie è comunque agli albori, manca molto all’inizio dei lavori e tutto è ancora in gioco. Con un nuovo gioco in arrivo tra pochi mesi, i fan potrebbero inconsapevolmente già dare uno sguardo su qualcosa che potrebbero poi vedere adattato sullo schermo.

LEGGI ANCHE: La versione live-action di One Piece si farà – Netflix ne annuncia la produzione

Discuti di questo argomento e molto altro nel gruppo Facebook CinemaTown – Cinema e Serie Tv

cinematown.it