#IoRestoACasa: il miglior film da quarantena per capire il valore dell’emancipazione

Coco film da quarantena cinematown.it

Il film da quarantena di oggi non è solo un capolavoro assoluto della Pixar, è un vero e proprio manifesto sull’emancipazione dell’individuo.


L’emancipazione è un tema che sta a cuore alle diverse comunità umane di tutto il mondo. È stata affrontata in molti modi diversi attraverso molteplici medium come la letteratura, le arti visive e perfino le lotte politiche, affinché progressi sociali donassero ai singoli individui più possibilità di quelle che avessero prima. Un sentimento collettivo quindi, che raramente viene poi preservato in un’altra società, quella familiare, dove spesso ci si trova di fronte dei muri più spessi delle abitazioni stesse. Il film da quarantena di oggi, disponibile su Disney+, non è solo un capolavoro dell’animazione che lascia ad occhi spalancati, è un vero e proprio manifesto sull’emancipazione, quella dell’individuo.

Coco, una delle ultime pietre miliari curate dal genio dell’animazione John Lasseter, di casa Pixar, è allo stesso tempo un capolavoro estetico, narrativo e perfino filosofico. Mai come altri titoli di questo genere, Coco è perfetto per tutte le fasce d’età, perché tratta un tema che va ben al di là della semplice bellezza delle scenografie e degli intrecci narrativi: spiega come la forza di volontà sia spesso e volentieri piegata non dal mondo esteriore, ma proprio dalle mura di casa, dove risiedono preconcetti, regole non scritte e legami che anziché sostenere i membri della famiglia li tengono rinchiusi in se stessi.

Il film da quarantena di oggi è quindi un piccolo corso motivazionale che dimostra quanto l’emancipazione sia più una questione singolare che di massa, poiché solo attraverso la forza dei singoli si può creare un’ondata tanto potente da essere rivoluzionaria. Il protagonista del film non desidera altro che poter essere liberamente se stesso, contro tutto e tutti, divenendo un simbolo adatto a qualsiasi tipo di desiderio d’affermazione, che sia delle minoranze sessuali o dei sostenitori dei diritti civili. Considerando che alla base di questo desiderio c’è un sentimento comune come la musica, si capisce quanto Coco sia davvero un messaggio dalla portata universale, impossibile da dimenticare.

LEGGI ANCHE: #IoRestoACasa – il film da quarantena sul nostro più grande desiderio nascosto

Discuti di questo argomento e molto altro nel gruppo Facebook CinemaTown – Cinema e Serie Tv

cinematown.it