Tiger King: Rick Kirkham definisce Joe Exotic «un matto violento e maligno»

Rick Kirkham, tiger king, cinematown.it

Rick Kirkham ha rivelato nuovi dettagli riguardanti il protagonista di Tiger King e i suoi momenti di follia nei confronti di animali e persone.


Il documentario Tiger King continua a creare scalpore: è uscita da poco una parte inedita che vede come protagonista Rick Kirkham. Il produttore del reality show su Joe Exotic ha rivelato altri orribili dettagli sul re delle tigri. Kirkham ha parlato con Justin Sylvester di E!‘s Daily Pop ammettendo:

C’era molto di più di cui parlare; si poteva mostrare molto di più di Joe Exotic e di quanto sia matto, violento e maligno.

Secondo quello che ha detto bisognerebbe prendere ciò che si vede in Tiger King e aumentarlo “con steroidi”. Kirkham ha detto che molte cose di cui parla erano parte dei filmati andati persi e segue:

Joe voleva che stessimo con le telecamere 24 ore su 24 ed è quello che avevamo fatto. Abbiamo registrato migliaia di ore mentre abusa persone e animali e lui lo sapeva, lo voleva registrato. Alla fine di tutto non voleva venisse pubblicato.

Per quelli che hanno visto il documentario, si sa che il materiale è andato perso durante un incendio e che gli investigatori non sono mai riusciti a capire chi o cosa lo abbia provocato. Rick crede fermamente che l’abbia provocato lo stesso Joe. Il produttore del Reality Show ha anche rivelato che non è stato montata una parte importante che dimostrava gli abusi di Joe nei confronti degli animali.

Rick Kirkham, Joe Exotic, Tiger King, cinematown.it

Kirkham ha dichiarato che Joe ha dato da mangiare alle tigri carne di tigri più vecchie. Ha poi continuato che una volta ha visto Joe uccidere un cavallo dicendo che se ne sarebbe preso cura:

“Rick registra! Rick prendi la telecamera e guarda! Ti piacerà da morire, Rick!” camminò verso il cavallo, tirò fuori la pistola e lo uccise, per poi tagliarlo con una sega elettrica e dare i pezzi in pasto alle tigri.

È risaputo che in questo momento Joe Exotic stia scontando 22 anni di prigione per aver ucciso cinque tigri, aver commesso altri crimini contro animali selvatici e aver commissionato un omicidio nei confronti di Carole Baskin. Kirkham ha sostenuto che Joe spesso avrebbe spaventato le persone sparando vicino a loro o al suolo per puro divertimento:

Sparava contro le pareti dello studio, era matto. Succedevano molte cose strane. È stato un momento difficile della mia vita. Sono dovuto andare dallo psichiatra dopo aver lavorato in quello zoo. E adesso che è stato pubblicata la docuserie sto vedendo un terapista di nuovo.

Kirkham ha anche affermato di non colpevolizzare Netflix per generare introiti da questo prodotto, che le sue intenzioni erano le stesse all’epoca:

Non sono per niente infastidito. Per essere del tutto onesto ho capito cosa stesse succedendo dopo quattro mesi dentro quella situazione. Ho venduto la mia integrità come giornalista continuando a lavorare in quell’ambiente. Mi sentivo in colpa. Dopo che tutto è andato in fumo sentivo che il senso di colpa mi stava addosso.

LEGGI ANCHE: Tiger King – la recensione della docuserie targata Netflix

Per tutte le notizie sul mondo di Netflix seguite punto Netflix su Facebook
bannerpni