Fino ad oggi il franchise di Harry Potter è riuscito a evitare reboot o remake, venendo invece ampliato con una trilogia prequel che con Animali Fantastici 3 giungerà al termine. Fin tanto che nessun nuovo capitolo cinematografico col maghetto protagonista verrà annunciato, l’intero franchise corre il rischio di essere riportato al cinema come fin troppi classici del cinema. Una delle star di Harry Potter, Jason Isaacs, che ha interpretato Lucius Malfoy, ha raccontato a ComicBook.com perché ritiene un’idea del genere del tutto folle:

Prima di tutto, va chiarito che il termine franchise si applica per realtà commerciali come le catene di hamburger, dove ci si assicura che i panini abbiano tutti lo stesso sapore e lo stesso identico tempo di preparazione.

Harry Potter non è un franchise, sono sette libri uno più bello dell’altro che sono diventati una serie di film. Sono replicabili? Tanto quanto lo sarebbero capolavori assoluti come Il Padrino o A Qualcuno Piace Caldo. Sono titoli perfetti così come sono, usciti nel momento esatto per le persone esatte. Sarebbe una follia rifarli.

Se Harry Potter sia o meno una serie di capolavori, è un’opinione soggettiva. Quel che è certo è che ha fatto e continua a fare parte dell’infanzia di milioni di spettatori grazie al suo valore senza tempo, esattamente come altre saghe come Star Wars. Riavviare una serie di film come quella di Harry Potter, almeno per ora, sarebbe uno dei peggiori sfregi che l’industria cinematografica potrebbe fare a tutto il pubblico che dal 2001 a oggi continua a portarsi nel cuore un’icona dell’immaginazione e della letteratura.

LEGGI ANCHE: Daniel Radcliffe non vuole tornare a interpretare Harry Potter

Discuti di questo argomento e molto altro nel gruppo Facebook CinemaTown – Cinema e Serie Tv

cinematown.it