Warner Bros. fa la scelta più ardua: posticipati Tenet e Wonder Woman 1984

Sebbene sia una posticipazione, i distributori hanno ufficialmente sotto mano la data da cui sperano di poter ricominciare a gioire.
tenet sci-fi del 2020 cinema cinematown.it

La notizia arriva a confermare le voci che volevano Tenet in dubbio sulla sua effettiva programmazione, rispettando però le attese dei distributori.


Nonostante le gigantesche aspettative di tutta l’industria cinematografica, Tenet è stato posticipato di due settimane, mettendo soprattutto l’anima in pace a chi ancora cercasse di capire o scommettere se sarebbe uscito entro la metà di luglio. Dal 17 dello stesso mese è stato quindi rimandato al 31, ma non è l’unico titolo di casa Warner che i distributori hanno dovuto rischedulare. Come Tenet, anche Wonder Woman 1984 è slittato in avanti, coprendo una distanza decisamente maggiore venendo fissato per la distribuzione dal 14 agosto al 2 ottobre. Toby Emmerich, direttore del Warner Bros. Pictures Group, ha dichiarato:

“Siamo particolarmente entusiasti, in questo ambiente complesso e in rapida evoluzione, di portare il Tenet di Christopher Nolan, di proporzioni mondiali gigantesche, nei cinema di tutto il mondo il 31 luglio. È passato più tempo di quanto nessuno di noi potesse immaginare da quando abbiamo visto un film sul grande schermo e per saziare i fan di Chris mentre contiamo fino al giorno di apertura di Tenet, siamo entusiasti di ridistribuire il suo capolavoro Inception nei cinema per il suo decimo anniversario il 17 luglio.”

Mentre ogni altra major hollywoodiana ha spostato, ritardato o modificato i piani per la prima dei loro film di punta, Warner Bros. ha sempre sostenuto che Tenet avrebbe mantenuto la sua data di uscita. Tuttavia, lo studio ha riacceso i dubbi sul fatto che Tenet avrebbe debuttato come previsto quando ha lanciato un nuovo trailer il mese scorso che in cui mancava di fatto una data di rilascio ufficiale. Il film è infatti considerato l’ancora di salvezza da tutti i produttori e distributori del mondo, che contano su questo film per riattivare la catena economica del cinema nel post Coronavirus. I primi dati mostrano delle proiezioni piuttosto ottimistiche, cosa che ha rassicurato molto Warner e l’ha resa più sicura nel gestire la programmazione teatrale del film.

LEGGI ANCHE: Tenet – secondo le associazioni degli esercenti cinematografici, sarà la rinascita del box-office

Discuti di questo argomento e molto altro nel gruppo Facebook CinemaTown – Cinema e Serie Tv

cinematown.it