La Stagione 2 di Halo ha molto da svelare. Oltre a tutto ciò che riguarda l’acquisizione del cervello di Master Chief da parte di Cortana e tutto ciò che ha scoperto alla fine della Stagione 1, ci sono anche una serie di altri personaggi che continueranno il loro viaggio. Uno di questi è Kwan (Yerin Ha), che è stato plasmato dagli eventi scioccanti dei primissimi minuti del primo episodio. Ora, il regista e produttore esecutivo della serie Otto Bathurst ha rivelato a Collider che la tragedia colpirà ancora.

La rivelazione è avvenuta mentre il nostro caporedattore Steve Weintraub e un gruppo di altri reporter facevano visita al set di Halo durante le riprese della seconda stagione. Ha avuto l’opportunità di sedersi e conversare con Bathurst, che è stato piuttosto diretto sul tipo di elementi e colpi di scena che possiamo aspettarci di vedere nella nuova serie di episodi della serie d’azione fantascientifica. Il regista si è detto entusiasta di ciò che è diverso – e forse migliore – questa volta:

“È stato molto divertente, abbiamo fatto dei cambiamenti importanti. Abbiamo fatto delle svolte a sinistra, delle svolte a destra, e penso che sia divertente. Immagino che ci si riferisca a questo perché abbiamo Kwan, che sta ancora lottando con la sua ascendenza, con il suo vero scopo e con il motivo per cui è qui. Sta ancora lottando con il fatto di essere l’unica sopravvissuta alla battaglia all’inizio dell’episodio 1, e questo torna spesso nei miei episodi quando muore qualcuno di importante. In un certo senso si ricollega di nuovo a questa situazione perché le fa rivivere la stessa tragedia che ha provato quando tutto il suo pianeta, suo padre e tutti gli altri sono stati uccisi nei 15 minuti iniziali della prima stagione”.

Naturalmente, Bathurst non ha mai rivelato chi morderà la polvere nella seconda stagione, ma considerando che Joseph Morgan (The Vampire Diaries) si unirà al cast come un importante cattivo, il fatto che uccida o mandi avanti la morte di un personaggio importante sarebbe il modo perfetto per la serie di stabilire il suo personaggio, James Ackerson, come qualcuno con cui non si vuole scherzare.

Una cosa è certa, però: Considerando che abbiamo iniziato a seguire l’arco narrativo di Kwan fin da quando era un’adolescente, sarà emozionante vedere il tipo di luoghi in cui si reca e come affronta il fatto di essere stata in guerra praticamente per tutta la vita. Un’altra morte d’impatto è anche un modo per approfondire il suo percorso e forse assecondare un cambiamento di comportamento che potrebbe rimodellare il suo approccio alla guerra e il modo in cui vede il Covenant.