Netflix ha buone notizie per i fan dei misteri scandinavi. Jo Nesbø, autore di una popolare serie di romanzi gialli con protagonista il detective norvegese Harry Hole, sta adattando il suo lavoro per una nuova serie. L’Hollywood Reporter ha dato la notizia che Nesbø adatterà il suo romanzo La stella del diavolo in una nuova serie per lo streaming, intitolata Harry Hole. Non è stato annunciato il casting, ma la serie sarà diretta da Oystein Karlsen, la cui serie So Long, Marianne, con Alex Wolff nei panni del defunto Leonard Cohen, dovrebbe debuttare nel corso dell’anno.

Nesbø, ex agente di borsa e giornalista, ha scritto il suo primo romanzo su Harry Hole, Il pipistrello, nel 1997, e in totale ha scritto tredici libri con protagonista il tormentato detective alcolizzato. Ha scritto anche diversi altri romanzi autonomi e una serie di popolari libri per bambini. I suoi libri sono stati tradotti in più di 50 lingue e hanno venduto oltre 50 milioni di copie in tutto il mondo, diventando così lo scrittore norvegese di maggior successo di tutti i tempi. La serie Harry Hole di Netflix sarà la prima volta che Nesbø scrive per lo schermo, ma non è la prima volta che le sue opere sono state adattate a film d’azione; nel 2017, il suo romanzo L’uomo di neve è stato adattato in un film hollywoodiano di grande budget, ma ha fatto fiasco con la critica e il pubblico.

Cosa è andato storto con “L’uomo di neve”?

L’uomo di neve sembrava destinato al successo e aveva il potenziale per dare il via a un franchise. Vantava un team creativo di prim’ordine, con il regista di Let the Right One In Tomas Alfredson al timone e Martin Scorsese (che inizialmente era stato designato per la regia) alla produzione. Il film è interpretato da Michael Fassbender nel ruolo di Hole, mentre il cast di supporto comprende Val Kilmer, Rebecca Ferguson, J. K. Simmons, Charlotte Gainsbourg e Toby Jones.

Tuttavia, la realizzazione del film è stata costellata di problemi; a causa di una produzione affrettata, Alfredson ha riferito di non essere riuscito a girare gran parte della sceneggiatura. La campagna di marketing prevedeva l’affissione di un rozzo disegno di un pupazzo di neve accompagnato dal messaggio scarabocchiato “Mister Policeman, ti ho dato tutti gli indizi”. Il messaggio doveva essere inquietante, ma la maggior parte degli spettatori lo ha trovato esilarante ed è stato oggetto di un’intensa derisione online. Le recensioni sono state negative: Matt Goldberg di Collider l’ha giudicato “un’interminabile faticaccia, che fatica a fare le cose basilari per farci interessare ai personaggi o alla posta in gioco della loro indagine”.

Harry Hole, che sarà prodotto da Working Title, fa parte di un ambizioso programma scandinavo annunciato da Netflix. Tra gli altri programmi figurano Diary of a Ditched Girl, una serie sul mondo degli appuntamenti moderni; The New Force, un dramma ambientato negli anni Cinquanta sulle prime donne che si diplomano all’accademia di polizia svedese; una seconda stagione di Barracuda Queens, giudicata da Collider una delle migliori serie poliziesche di Netflix; e gli adattamenti cinematografici del romanzo giallo The Key Series e della commedia poliziesca Little Siberia.

Harry Hole è in lavorazione su Netflix; non è ancora stata annunciata una data di uscita.