L’eredità di George A. Romero continuerà con la figlia che realizzerà altri film sugli zombie ispirati al lavoro del padre. Il nuovo film di Tina Romero, intitolato Queens of the Dead, renderà omaggio e allo stesso tempo introdurrà la visione unica del genere da parte della regista.

Tina Romero ha parlato del progetto in una nuova intervista a Fangoria. Ha ripensato ai leggendari film di suo padre sugli zombie, tra cui La notte dei morti viventi, L’alba dei morti e Il giorno dei morti. Questi film non solo hanno dato vita a un nuovo sottogenere dell’horror, ma sono serviti anche come allegorie per le questioni sociali reali dell’epoca. Romero ha dichiarato che il suo prossimo film avrà un approccio simile, in quanto manterrà lo “zombie Romero vivo” aggiungendo qualcosa di nuovo all’horror zombie.

L’annuncio di 28 anni dopo ha riacceso l’interesse per i film horror sugli zombie, ma in che modo 28 giorni dopo ha cambiato il genere?

“Gli zombie di mio padre riflettevano sempre ciò che accadeva nel mondo, e io sento quasi la responsabilità di prendere la torcia e mantenere vivo lo zombie di Romero, sostenendolo, rispettandolo, rendendogli omaggio, ma anche introducendo me stessa e la mia voce come regista, e la mia prospettiva. Che è diversa dalla sua”, ha detto.

“Gli zombie di mio padre riflettevano sempre ciò che accadeva nel mondo, e io sento quasi la responsabilità di prendere la torcia e mantenere vivo lo zombie di Romero…”.

Queens of the Dead si svolge durante un drag show in un locale queer di New York. Il film risale all’inizio dell’apocalisse zombie, quindi l’assalto dei non morti coglie tutti di sorpresa, ricordando La notte dei morti viventi. Anche il nuovo film adotta l’approccio di seguire un gruppo di sopravvissuti che cercano disperatamente di sopravvivere fino al mattino, ma con un’ambientazione e dei personaggi più moderni.

Da commedie romantiche come Warm Bodies al capolavoro meta giapponese One Cut of the Dead, i film comici sugli zombie sono ancora vivi.

“Si svolge nell’arco di una notte, all’inizio del risveglio dei morti”, ha spiegato Romero. “Ci troviamo in una grande festa in un magazzino a Bushwick. C’è un’organizzatrice di feste per la quale tutto sta andando storto, e il suo numero principale ha abbandonato, così deve chiamare un’amica – una drag queen in pensione – per resuscitare il suo spettacolo, per venire a salvare la serata. E si rivela una notte di molte resurrezioni. La nostra variegata squadra di personaggi si ritrova rintanata in un nightclub di Bushwick e deve decidere: “Usciamo di qui o chiudiamo il locale?”. E devono sopravvivere alla notte. Si tratta di un gruppo di non-combattenti che scopre le capacità di sopravvivenza che ha dentro di sé”.

Queens of the Dead è stato scritto insieme a Erin Judge. Il progetto è in cantiere da anni, visto che Romero l’aveva proposto anche a suo padre George prima della sua scomparsa nel 2017. All’epoca, la sceneggiatura non era ancora stata scritta, ma la leggenda del genere horror ha dato il suo pieno appoggio a Tina per il progetto. L’attrice ha inoltre sottolineato come gli zombie presenti nel nuovo film si comportino come i classici “zombie di Romero”.

“Ho avuto modo di proporlo a mio padre e lui mi ha detto: ‘Prendilo e fallo. Lo adoro”. E purtroppo è morto prima che avessi una bozza”, ha raccontato l’attrice. “Sono entusiasta di mettere lo zombie di Romero in questo mondo – e quando dico “lo zombie di Romero”, mi attengo alla mitologia: si muove lentamente, un morso ti trasforma, devi togliere il cervello, un piccolo senso di umanità persistente”.

Romero ha anche condiviso una sorprendente rivelazione sul film, rivelando che in Queens of the Dead non ci sono armi. Ciò è dovuto in parte all’ambientazione, in quanto i personaggi drag queen saranno costretti ad arrangiarsi con qualsiasi cosa riescano a trovare nell’edificio per difendersi, dato che nessuno di loro è armato.

“Non ci saranno armi in questo film”, ha detto Romero. “Penso che sia molto noioso uccidere gli zombie con le armi. E questo è tutto incentrato sul fai-da-te. Che tipo di armi può costruire una drag queen in questa serata, con quello che ha nella green room? ‘Niente armi’ è una delle grandi idee di questo film”.

Le riprese di Queens of the Dead inizieranno quest’estate in vista dell’uscita nel 2025.