L’Ascesa di Skywalker è peggio di Game of Thrones 8 e i motivi sono evidenti

l'ascesa di skywalker cinematown.it

L’Ascesa di Skywalker e Game of Thrones hanno avuto entrambi masse di fan arrabbiati e insoddisfatti dopo aver visto i loro finali.


Il modo in cui Star Wars: L’Ascesa di Skywalker ha portato fine alla saga di Skywalker, ha lasciato i fan divisi e insoddisfatti, ed è un finale peggiore della serie Game of Thrones. Entrambi rappresentano i principali franchise di successo che si sono conclusi nel 2019 ed entrambi hanno avuto masse di fan arrabbiati, enormi livelli di clamore e aspettative che sono stati seguiti da un altrettanto livello di delusione. L’ottava stagione di Game of Thrones e l’ultima puntata in particolare, hanno lasciato così tanti spettatori delusi dal modo in cui si è conclusa la storia, che c’è stata una grande controversia online, con petizioni per rifare il finale, e un sacco di disprezzo e rabbia diretti verso gli showrunner David Benioff e DB Weiss. L’Ascesa di Skywalker è stato accolto con recensioni negative, e da allora è diventato altrettanto divisivo come l’ottava stagione di Game of Thrones, con i fan che hanno persino chiesto a gran voce il rilascio delle scene tagliate da J.J. Abrams.

Sia Game of Thrones che L’Ascesa di Skywalker sono stati affrettati e hanno avuto grossi problemi con la sceneggiatura. Tuttavia, il primo è migliore per due motivi chiave. Innanzitutto, a differenza di Star Wars 9, il finale di Game of Thrones sembra in realtà una conclusione reale. Gli avvenimenti potrebbero essere accaduti troppo rapidamente, ma il modo in cui lega le storie di Jon, Sansa, Arya, Daenerys, Tyrion, Bran e altri non è solo definitivo, ma ha in gran parte senso narrativo e tematico. L’Ascesa di Skywalker termina oltre 40 anni di film, ma non da assolutamente questa impressione.

l'ascesa di skywalker cinematown.it

L’Ascesa di Skywalker è privo di emozioni. Dato che risale al 1977 e ha così tanti amati personaggi, sarebbe dovuto essere facile mostrare momenti emozionanti. La morte di Leia, in particolare, avrebbe dovuto colpire duramente, non solo per il significato del personaggio, ma anche per la morte dell’attrice Carrie Fisher. Purtroppo, la sua presentazione contorta nella storia e il modo in cui si lega alla morte di Ben, fa in modo che non finisca nel modo giusto. È un problema sofferto anche dallo stesso Ben, perché il film lo uccide a tutti gli effetti tre volte. Inoltre, i cameo della voce Jedi non hanno avuto lo stesso impatto.

Questo è un contrasto con Game of Thrones, dove, anche se non perfetto, il pathos del finale potrebbe essere sentito. Vedere Sansa diventare Regina del Nord è stato un momento commovente; gli Stark che si sono salutati hanno racchiuso la grande avventura che hanno vissuto insieme, e l’ultima volta che Jon si è riunito con Ghost è stata estremamente emozionante. Non è stato bello come sarebbe potuto essere, ma ha dato una chiusura emotivamente soddisfacente e tematicamente adatta alla maggior parte dei suoi più grandi personaggi e archi narrativi, il che è più di quanto si possa dire per Star Wars: L’Ascesa di Skywalker.

LEGGI ANCHE – Star Wars: l’Ascesa di Skywalker – la recensione del film

Discuti di questo argomento e molto altro nel gruppo Facebook CinemaTown – Cinema e Serie Tv

cinematown.it