Risale solo a qualche ora fa la notizia che Henry Cavill avrebbe abbandonato senza preavviso il suo ruolo di Superman nel franchise del DCEU iniziato da Warner Bros. Altrettanto a ciel sereno arriva la smentita di questa shoccante notizia.

Con un tweet molto rassicurante, Dany Garcia, manager di Henry Cavill, ha personalmente messo a tacere la notizia riguardo l’addio a Superman da parte dell’attore per i prossimi film tratti dai DC Comics, contrariamente a quanto riportato in precedenza. Garcia stessa, come si legge nel tweet sottostante, ha informato tutti i diretti interessati che un comunicato stampa apposito verrà presto rilasciato direttamente da Warner Bros.

Con un DCEU in continua crisi e pieno di nuovi progetti che tenteranno di risollevarne il prestigio – come il film distaccato dal filone narrativo di Justice League sul Joker, interpretato da Joaquin Phoenix e Robert De Niro, sotto la produzione di Martin Scorsese – la notizia che Henry Cavill avrebbe lasciato così improvvisamente uno dei progetti che lo hanno consacrato al grande pubblico sarebbe stato devastante, per molti fan – escluso forse gli haters dei baffi rimossi in CGI – e sopratutto per le casse della Warner Bros.

Henry Cavill aveva preso in mano il ruolo del kriptoniano ne L’Uomo d’Acciaio del 2013, riscaldando gli animi sul destino cinematografico del DCEU, costellato di progetti monografici di altissimo livello legati al passato, partendo dagli anni ’70 e culminando nei Batman di Nolan. I progetti successivi hanno messo in crisi i produttori, con un successo al botteghino in costante ribasso, ma nessuno di questi moventi pensavamo potesse spingere Henry Cavill ad una decisione così repentina.

Forse, se la notizia fosse stata – a questo punto – veritiera, avremmo potuto pensare che l’attore avrebbe scelto un percorso drammatico più redditizio non per le sue tasche quanto per il prestigio dei progetti ai quali avrebbe potuto partecipare. Il suo ruolo in Mission Impossible – Fallout è stato acclamato dalla critica per le doti recitative sfoggiate da Henry Cavill e l’ultimo contratto stretto con Netflix sembrano indizi che suggeriscono quanto l’interprete di Kent sia sulla strada della carriera impegnata – non che salvarci da Lex non sia già abbastanza faticoso!

LEGGI ANCHE: Il primo ruolo Netflix di Henry Cavill