Kevin Spacey, processo farsa: secondo i testimoni non c’è stata alcuna molestia

kevin spacey cinematown.it

Le deposizioni fatte dai testimoni sul luogo, evidenziano come Kevin Spacey non sia stato visto da nessuno compiere gli atti per cui è stato denunciato.


Kevin Spacey è attualmente sotto processo per aver avuto una cattiva condotta sessuale con un presunto maggiorenne durante il luglio 2016, ma i primi resoconti evidenziano come i testimoni oculari non abbiano visto alcun atteggiamento che rivelasse una cattiva condotta sessuale dell’attore. Il giovane ha accusato l’attore di avergli infilato la mano nei pantaloni, nel bel mezzo di un bar affollato, una notte estiva sull’isola di Nantucket. Secondo le interviste ad alcuni potenziali testimoni, però, il ragazzo non lo avrebbe detto alla sua ragazza, nonostante abbiano parlato e scambiato messaggi prima, durante e dopo il presunto incidente.

Il proprietario del The Club Car, un cameriere di turno e un barista, dichiararono alla polizia di non aver visto assolutamente nulla che sembrasse una molestia sessuale. Secondo quanto riferito, il ragazzo ha inviato alla sua ragazza un messaggio di Snapchat che dimostrava come Kevin Spacey gli avesse toccato la parte superiore dei pantaloni. Il giovane stesso, avrebbe poi detto che la ragazza non gli ha creduto, una volta fattole vedere il materiale su Snapchat. La polizia l’ha interrogata dopo che Ether Unruh, madre del ragazzo, ha reso pubblica la sua accusa.

Molly ha ricevuto dei messaggi da [censurato] dopo che [censurato] ha incontrato Kevin Spacey, e Molly ha potuto affermare che [censurato] era incantato dall’attore perché gli stava comprando delle bevande e gli aveva dato [il suo numero di telefono].

kevin spacey cinematown.it

Poi, Molly ha detto di aver ricevuto un messaggio dalla presunta vittima, affermando che Kevin Spacey lo stava molestando, al ché lei gli disse di andarsene. Ha poi ricevuto le foto di Snapchat, dove, come ha detto alla polizia, l’attore toccava il davanti dei pantaloni del ragazzo, vicino all’inguine. Successivamente la vittima sarebbe corsa via dal luogo delle molestie.

Molly sapeva che [censurato] era ubriaco e che si sentiva emotivamente provato. I due hanno discusso per un’ora, di come [censurato] si fosse sentito preso alla sprovvista dal fatto che un uomo gli abbia fatto quelle cose.

kevin spacey cinematown.it

La ragazza avrebbe detto alla polizia di non aver mai sentito parlare del fatto che Kevin Spacey avesse infilato le mani nei pantaloni del ragazzo quella sera. Ha detto di aver appreso questa nozione solo quando Unruh lo ha dichiarato pubblicamente in conferenza stampa. Il proprietario del Club Car, Joe Pantorno, “non ha visto Kevin Spacey molestare nessuno e nessuno gli ha riferito nulla di quel che stava accadendo”. Quella sera, il barista David Powell, “non ha visto Spacey molestare o approfittare sessualmente di nessuno”. Avrebbe infatti saputo dell’accaduto solo grazie alla conferenza di Unruh. Claus Bokelman, un cameriere del ristorante, disse che l’intera faccenda è stata totalmente travisata.

Kevin Spacey e il suo team legale hanno presentato cinque mozioni alla corte questo mercoledì, richiedendo che il giovane sia tenuto a consegnare l’intero contenuto del suo cloud insieme a tutte le password pertinenti. La squadra legale dell’attore, sta anche cercando tutta la corrispondenza riguardante il caso, che è stata inviata all’avvocato civile assunto dalla famiglia della presunta vittima. Alan Jackson, avvocato di Los Angeles che rappresenta Spacey, ha dichiarato che il ragazzo e la sua famiglia “hanno un motivo finanziario significativo per fabbricare le accuse”. A Mitchell Garabedian, avvocato dell’accusa, è stato chiesto di consegnare tutta la corrispondenza tra lui e gli altri avvocati.

Come ripotato dal Daily Mail, Jackson ha anche chiesto al giudice di consegnare una copia del contratto tra la famiglia e l’avvocato, con data, ora, durata di tutti gli appuntamenti col loro avvocato. Ci sono anche preoccupazioni per un’indagine condotta da Garabedian sulle rivendicazioni contro Kevin Spacey, con la difesa dell’attore che esprime preoccupazione per non aver ancora visto nulla di questi rapporti. L’accusa afferma di aver trasferito le informazioni alle forze dell’ordine, e ora la difesa vuole assicurarsi che i detective abbiano investigato in modo imparziale.

kevin spacey cinematown.it

Quest’oggi gli avvocati e il giudice si sono incontrati in tribunale, dove Kevin Spacey non aveva l’obbligo di presentarsi, ma l’udienza preliminare ha condotto ad un frustrante nulla di fatto che ha stupito e deluso perfino il giudice. La difesa dell’attore sta continuando a prendere le misure necessarie per scavare nei dati contenuti nei conti e nei telefoni personali dell’accusatore. Spacey aveva precedentemente affermato che l’adolescente

sosteneva di essere uno studente di 23 anni che studiava economia alla Wake Forest University. Cercò un amico che gli presentasse l’attore, dai quale il giovane ha accettato di buon grado gli alcolici offertigli, che Spacey l’avrebbe cinto con un braccio mentre cantavano al piano e persino lasciato il bar per fumare assieme

Questo comportamento, combinato col fatto che il giovane ha dato a Kevin Spacey il suo numero, suggerisce che il flirt fosse reciproco e consensuale. In nessun punto l’attore ha negato di aver palpato il ragazzo, ma anzi, una volta che l’uomo ha iniziato a toccarlo, questo non ha fatto alcuna obiezione, non gli ha chiesto di fermarsi e non si è divincolato dalla situazione. Nella prima deposizione, infine, l’accusatore disse di non aver fatto alcuna mossa perché pietrificato dalla situazione, e che la sua mancanza di erezione testimoni la sua mancanza di eccitazione, quindi la totale assenza di trasporto sessuale.

LEGGI ANCHE: Kevin Spacey – tutta la verità su quella sera a Nantucket