Rutger Hauer: l’ultimo addio del Lucca Film Festival

rutger hauer cinematown.it

Durante l’ultima edizione, Rutger Hauer aveva fatto un discorso ambientalista ed era stato insignito del premio alla carriera.


L’appello “ambientalista” di Rutger Hauer, scomparso in questi giorni, che ha lanciato leggendo un suo testo davanti a centinaia di persone, proprio in occasione dell’omaggio che gli aveva dedicato il Lucca Film Festival e Europa Cinema, nell’ambito di Effetto Cinema Notte, per celebrare il film cult del 1982 di Ridley Scott, ambientato a Los Angeles proprio nel 2019, è stato chiaro e diretto:

La Terra è buona. Dovete schierarvi dalla parte dalla Terra. E forse potrete tenervi strette questa storia e la Terra.

L’attore olandese ha celebrato proprio al Lucca Film Festival – Europa Cinema il cinquantenario della sua carriera artistica. Dopo aver ricevuto il Premio alla Carriera del Festival, Rutger Hauer aveva detto:

Sono onorato di festeggiare i miei cinquant’anni nel mondo del cinema proprio qui, a Lucca. L’Italia per me è come una seconda casa, mi sono innamorato di questo paese durante le riprese di Ladyhawke, periodo in cui ho potuto ammirarne tutte le meraviglie artistiche.

Indimenticabile replicante di Blade Runner, attore in più di 170 film, è stato una icona del cinema di fantascienza, per il ruolo dell’androide Roy Batty, nel film Blade Runner di Ridley Scott. Il suo monologo «Ho visto cose che voi umani…» è ricordato come una delle interpretazioni più celebri della storia del cinema. Il Presidente della Fondazione Crl Marcello Bertocchini ha commentato:

Conserveremo gelosamente il ricordo dei momenti che Rutger Hauer ha condiviso con noi a Lucca. Con lui se ne va un talento unico, che ha saputo imprimersi nell’immaginario non solo degli appassionati di cinema, ma anche del grande pubblico.

Leggi anche: Rutger Hauer – «in Blade Runner abbiamo immaginato il futuro, ma era senza internet»