Il Signore degli Anelli: il villain della serie sarà un volto noto di Game of Thrones

il signore degli anelli cinematown.it

Il cast de Il Signore degli Anelli, serie prequel prodotta da Amazon, inizia a prendere forma. Il villain sarà infatti un attore de Il Trono di Spade.


Prende forma il cast de Il Signore degli Anelli, serie targata Amazon che prenderà spunto da alcuni passi del Silmarillion di J. R. R. Tolkien per raccontare le storie della Terra di Mezzo prima delle vicende di Gandalf e compagni. Il primo passo è stato assegnare il ruolo di villain, che sarà nientemeno che Joseph Mawle, il quale interpreterà un personaggio di nome Oren. La pre-produzione è già iniziata, mentre le riprese cominceranno nei prossimi mesi a Auckland, in Nuova Zelanda; nel frattempo, Amazon prosegue la fase di casting negli Stati Uniti, in Gran Bretagna e in Australia.

L’attore britannico è già noto al grande pubblico per il ruolo, in Game of Thrones, di Benjen Stark, fratello minore di lord Eddard Stark (Sean Bean), protettore di Grande Inverno, e zio acquisito di Jon Snow (o Aegon Targaryen che dir si voglia). Attore di esperienza, ha partecipato a diversi film e serie tv, tra cui We Want Sex, La fredda luce del giorno, 1921 – Il mistero di Rookford, La leggenda del cacciatore di vampiri, The Hallow, Heart of the Sea – Le origini di Moby Dick, Riper Street, Troy – La caduta di Troia e Mr. Jones. La partecipazione a Il Signore degli Anelli si va dunque ad aggiungere al suo ricchissimo carniere. Non sarà l’unico “reduce” di Game of Thrones coinvolto ne Il Signore degli AnelliBryan Cogman, produttore esecutivo della serie HBO, è stato ingaggiato come consulting producer, mentre Bruce Richmond – ex vice presidente esecutivo della rete via cavo – sarà produttore esecutivo di questo adattamento.

Il personaggio da lui interpretato è stato tra i più enigmatici della serie, visto che il suo destino è rimasto a lungo incerto e, anche dopo la sua ultima apparizione in soccorso di Jon Snow, che ne ha poi decretato (forse) la definitiva dipartita, molti dubbi sono rimasti, anche dopo il discusso e frettoloso finale di serie.

Legi Anche: El Camino, la nostra recensione