Ansel Elgort si difende: «le accuse di stupro sono un’alterazione dei fatti»

Rispondendo a una ex frequentazione di nome Gabby, Ansel Elgort ha fatto chiaramente intendere di essere dispiaciuto, ma di non aver commesso lo stupro.
ansel elgort cinematown.it

Difendendosi con una dichiarazione su Instagram, Ansel Elgort ha fatto chiarezza sui fatti che lo vogliono al centro di una violenza sessuale.


Ansel Elgort ha risposto lo scorso sabato a un’accusa di violenza sessuale emersa sui social media all’inizio di questa settimana da una donna che si è identificata con il suo nome di battesimo, Gabby. In un messaggio che è stato successivamente eliminato dall’account Twitter di Gabby, avrebbe affermato che l’attore l’ha aggredita sessualmente nel 2014, quando aveva 17 anni, e che l’incidente si è verificato dopo aver chattato con Elgort, che all’epoca aveva 20 anni, che poi gli mandò un messaggio privato su Snapchat. Inclusa nel post di Twitter c’era una sua foto, con la faccia modificata, accanto ad Ansel Elgort, che con uno statement su Instagram avrebbe risposto alle accuse:

“Sono stato angosciato nel vedere i post sui social media su di me nelle ultime 24 ore. Non posso pretendere di comprendere i sentimenti di Gabby, ma la sua descrizione degli eventi semplicemente non racconta per davvero ciò che è accaduto. Non ho mai e non avrei mai stuprato nessuno.

Ciò che è vero è che a New York, nel 2014, quando avevo 20 anni, Gabby e io avevamo una relazione durata poco, legale e interamente consensuale. Mio malgrado, non ho gestito bene la nostra separazione: ho smesso di risponderle, che è una cosa immatura e crudele da fare a qualcuno. So che queste scuse tardive non mi assolvono dal mio comportamento inaccettabile quando  non l’ho più considerata.”

Ansel Elgort, che sarà presto visto nel West Side Story di Steven Spielberg e nella serie Tokyo Vice di HBO Max, ha dichiarato di essere “disgustato e profondamente indignato” dal modo in cui si è comportato, affermando che è profondamente dispiaciuto. Ciò che ha fatto sorridere nelle ultime ore sono stati i fotomontaggi e i meme che lo riguardano, in cui il suo volto in Baby Driver e in West Side Story è stato sostituito con quello di Christopher Plummer, ricalcando la già vergognosa pratica utilizzata con Kevin Spacey, ancor prima di aver verificato la veridicità delle accuse mossegli nel 2017.

LEGGI ANCHE: Ansel Elgort nel mirino di una denuncia per violenza sessuale – a parlare una donna che all’epoca aveva 17 anni

Discuti di questo argomento e molto altro nel gruppo Facebook CinemaTown – Cinema e Serie Tv

cinematown.it