La serie Alien di Noah Hawley, prodotta da FX, è nelle primissime fasi di produzione dopo che i lavori si erano fermati a fine agosto a causa degli effetti dello sciopero SAG-AFTRA. Tuttavia, ora che il 2024 è arrivato, la serie sta per entrare nel vivo in Thailandia, dove si svolgeranno le riprese, e la notizia entusiasmante per i fan di Alien è che si svolgerà in più stagioni. La serie sarà interpretata, tra gli altri, da Timothy Olyphant, Essie Davis, Alex Lawther e Sydney Chandler.

Parlando con Steve Weintraub di Collider per la quinta stagione di Fargo, Hawley ha spiegato di essere entrato nella serie con una struttura e un’immagine chiara di come sarebbe iniziata e, in effetti, di come prevedeva che sarebbe finita quando gli è stato chiesto quale fosse il suo schema per la serie. Rifacendosi al suo precedente progetto, Legion, noto per il suo stile di narrazione non convenzionale, Hawley ha spiegato che un progetto può avere “senso” solo se ha un finale chiaro. Senza un obiettivo da raggiungere, lo scopo diventa più astratto.

Di conseguenza, è stato contento quando FX gli ha rivelato che era loro desiderio che la serie fosse ricorrente, con più stagioni, piuttosto che una serie limitata che gli avrebbe dato il tempo di costruire la storia gradualmente e di farla respirare. “Penso che i finali siano ciò che dà significato a una storia, e quindi non si dovrebbe mai iniziare una storia senza un senso di dove sta andando, perché così si può davvero costruire quel significato”, ha detto Hawley, aggiungendo:

Con Legion, avevo una struttura in tre atti che non sapevo se sarebbe stata di tre o cinque stagioni, o qualunque cosa fosse, ma in un certo senso sapevo quali erano l’inizio, la parte centrale e la fine. E qui, allo stesso modo, sapevo che il loro desiderio era quello di una serie ricorrente, non di una serie limitata, e avevo un’idea che mi entusiasmava, di cui potevo vedere l’escalation da un anno all’altro. È stato così che abbiamo finito per non proporre loro una bibbia o un’analisi dettagliata, ma abbiamo detto: “Il quadro generale: questo è il primo movimento, questo è il secondo movimento e alla fine arriveremo qui”.

Dopo il grande successo ottenuto con Fargo, da cui è partita l’intervista con Weintraub, Hawley ha fatto notare che si era guadagnato la fiducia di FX e che quindi erano contenti che lui perfezionasse la storia e non la mungesse o la allungasse più di quanto valesse.

“Ovviamente si fidano di me dopo tutti questi anni, e la scrittura era sulla pagina già dal primo anno. Quindi, nel successo, si racconta la storia e la si racconta finché la storia non è finita. Alla FX sono molto bravi in questo, a non volere che si metta mano a qualcosa che sembra finito. Legion, per me, si è conclusa in modo molto elegante nell’ultima stagione con una sorta di cerchio perfetto, tornando letteralmente all’immagine di apertura. Se avessero detto che volevano un’altra stagione, ora avresti avuto una deviazione e avresti dovuto aggiungere una cosa che non è organica alla storia completa. È meglio che sia la storia stessa a determinare la sua durata. Vogliamo qualità, non quantità”.

Infine, quando gli è stato chiesto se avesse intenzione di mettersi dietro la macchina da presa per più episodi della serie, o se avesse intenzione di lasciare che altri prendessero il comando, Hawley ha ammesso che è troppo presto per dirlo, essendo reduce dagli scioperi della SAG-AFTRA e della WGA, ma che era entusiasta della prospettiva di mettersi dietro la macchina da presa per un progetto così ambizioso.

“Penso che sia difficile solo perché c’è stato lo sciopero, quindi lo stiamo capendo. Ma è emozionante tornare dietro la macchina da presa e fare qualcosa di molto più grande e di genere fantascientifico, giocando con gli elementi che tutti conosciamo di Alien. È davvero emozionante”.

I 20th Century Studios hanno in cantiere diversi progetti a tema Alien. Attualmente, il regista Fede Alvarez sta sviluppando un film all’interno dell’universo di Alien, la cui uscita nelle sale è prevista per il 14 agosto del prossimo anno. Il film è interpretato dagli attori Cailee Spaeny, Isabela Merced, Archie Renaux, David Jonsson, Aileen Wu e Spike Fearn. E come ci si potrebbe aspettare, potrebbero dover affrontare il terrore di uno Xenomorfo.