L’acclamata attrice Emily Blunt ha esaltato le prospettive di Edge of Tomorrow 2, ammettendo che il sequel, da tempo proposto, “potrebbe essere buono” qualora venisse finalmente realizzato dalla Warner Bros.

Parlando con John Horowitz al podcast Happy Sad Confused, la Blunt ha parlato della possibilità di tornare per un sequel di Edge of Tomorrow, qualora venisse realizzato, e di come crede che si svolgerà il film. La Blunt si è detta entusiasta della prospettiva di un sequel, anche se ha ammesso che ci vorrà del tempo prima che la sua visione si concretizzi. “Potrebbe essere bello”, ha detto. “Penso che quando abbiamo parlato per la prima volta di un sequel, è stato poco prima che io facessi Mary Poppins, quindi è passato un bel po’ di tempo. Penso che se dovessimo farne uno, dovremmo reimmaginare come sarebbe il sequel”.

Le voci di un sequel di Edge of Tomorrow risalgono al 2016, due anni dopo la prima del film d’azione fantascientifico originale. Doug Liman aveva accettato di tornare alla regia per il seguito mentre la sceneggiatura era in fase di sviluppo. Tuttavia, lo sviluppo si è arenato a causa delle riscritture della sceneggiatura ordinate nel 2019, con la Blunt che ha poi lasciato intendere nel 2021 che la probabilità di Edge of Tomorrow 2 stava svanendo.

Le speranze per Edge of Tomorrow si sono riaccese a gennaio, quando la star Tom Cruise ha siglato un nuovo accordo di partnership strategica con la Warner Bros. per sviluppare film originali e franchise per lo studio. L’accordo vede il ritorno di Cruise alla Warner Bros, per la quale ha già girato film di successo come Risky Business e Magnolia, anche se resterà alla Paramount, dove attualmente sta lavorando a Mission: Impossible 8 e al seguito di Top Gun: Maverick. Secondo quanto riferito, i dirigenti della Warner Bros. stanno cercando di convincere Cruise a realizzare Edge of Tomorrow 2, vista la richiesta dei fan e i precedenti tentativi di far decollare lo sviluppo.

La Blunt ha da tempo dichiarato il suo desiderio di riunirsi con Cruise in Edge of Tomorrow 2, qualora si concretizzasse. Tuttavia, la star di Oppenheimer ha suggerito che la sceneggiatura avrebbe dovuto essere sostanzialmente aggiornata per rendere il sequel appetibile, dichiarando a Variety lo scorso dicembre: “C’era una sceneggiatura fantastica in lavorazione, ma credo che avrebbe funzionato solo se l’avessimo girata otto anni fa. Non dico che siamo così antichi, ma bisogna considerare che sono passati dieci anni”. Edge of Tomorrow, che è stato co-scritto dal regista di Mission: Impossible, Christopher McQuarrie, ha visto Cruise e Blunt come protagonisti insieme a Brendan Gleeson e al compianto Bill Paxton. Lodato per le sue interpretazioni, la trama e le sequenze d’azione, Edge of Tomorrow è stato un successo di critica e ha guadagnato 370,5 milioni di dollari al botteghino mondiale.

Nel frattempo, la Blunt è impegnata nel film d’azione e commedia diretto da David Leitch, The Fall Guy, e recita accanto a Ryan Reynolds nella commedia fantasy animata in live-action, IF. L’attrice britannica è stata recentemente nominata come miglior attrice non protagonista per la sua interpretazione di Katherine “Kitty” Oppenheimer in Oppenheimer, il biopic che ha incassato di più in assoluto.