Nicolas Winding Refn parla della sua scelta di passare al piccolo schermo

Nicolas Winding Refn CinemaTown.it

Dopo essersi fatto apprezzare dalla critica di tutto il mondo per le sue abilità in ambito filmico, il cineasta danese Nicolas Winding Refn ha deciso di interrompere momentaneamente i suoi lavori per dedicarsi al 100% in un terreno a lui ignoto, lanciando un servizio di streaming gratuito NWR.com, sviluppato nel corso degli ultimi due anni, un sito che presenta film rari e dimenticati dall’universo cinematografico.

La piattaforma – durante l’anno- pubblicherà quattro gruppi di contenuti, costituiti ognuno su un tema portante che Refn,il suo team di archivisti e l’editor ospite sceglieranno di volta in volta. Il primo di questi, Exploitation Gems from the Southern USA, presenta al suo internotre film indipendenti di genere low-budget usciti negli anni ’60, tra cui The Nest of the Cuckoo Birds, un film horror gotico girato nelle Everglades.
Un film che ha un valore speciale per il regista, al punto che un poster di questo film è citato all’interno del suo libro The Act of Seeing, considerato perduto, venne ritrovato da Haden Guest, direttore dell’archivio filmico di Harvard, che chiamò Refn per dirgli che aveva trovato una copia di The Nest of the Cuckoo Birds.

Queste le dichiarazioni riguardo la sua piattaforma che il regista ha voluto rilasciare al sito IndieWire“Semplicemente, una notte, ho iniziato a comprare un sacco di film, In parte non ne avevo mai sentito parlare, ma li ho trovati molto interessanti ed ero affascinato dalle idee che c’erano dietro.” aggiungendo poi“ C’è bisogno di espressione che superi il cosiddetto talento tecnico o il successo,Trovo che sia molto intrigante perché, alla fine, sai, la creatività è un’esigenza da esprimere”.

Il regista di Drive e The Neon Demon ha messo insieme un team di archivisti proveniente da tutto il globo, che lavora utilizzando Skype per trovare indizi sulle opere considerate perdute, che Refn seleziona con un criterio semplice:“se posso ripristinarlo, mostrarlo e aggiungerlo alla mia collezione, va bene”.

Il cineasta ha ammesso che il suo passaggio al piccolo schermo è una parentesi dettata dalla reazione negativa con cui i film vengono accolti in sala , aggiungendo che secondo lui non esiste più distinzione fra TV e cinema, con la prima pronta a rappresentare una “nuova alba” digitale

Nicolas Winding Refn CinemaTown.it

Oltre al suo progetto il regista è ha lavoro anche sulla sua serie Amazon Too Old to Die Young 

“Per me [fare una serie tv] era più di qualcosa a lungo termine, non essendo più vincolato dalle norme del prodotto cinematografico tradizionale, Non mi interessava la televisione, ero interessato a quello che potevo fare con una tela praticamente infinita. È come viaggiare nello spazio. Non c’è un punto d’incontro. Non c’è una fine ufficiale. Continua solo in modo creativo.”

“Voglio dire che vai al lavoro tutti i giorni e ti dici, ‘Cosa mi piacerebbe fare oggi?’ E hai delle persone fantastiche che ti aiutano a capire cosa sia. È un po ‘come fare un enorme dipinto. È un murale sull’Empire State Building, e tu decidi di dipingere l’intero edificio, ma lungo la strada decidi di cambiare un po’. All’improvviso, devi cambiare tutti i colori mentre vai avanti, e le immagini stesse cambiano di conseguenza.”

Le riprese della serie sono state svolte in ordine cronologico, seguendo la narrazione, con l’editor Matt Newman in campo fin dall’inizio delle riprese.

“Penso più che altro di essere infastidito dalle limitazioni narrative, o dalla mancanza di opportunità, perché danneggiano ciò che dovrebbe essere il sistema filmico, influenzando la lunghezza dei prodotti, la reazione del pubblico e, quindi, decretando ciò ha successo e ciò che lo ha .Lo trovo molto, molto distruttivo, il che è anche una delle ragioni per cui ho voluto provare lo streaming perché era una forma di distribuzione. È la nuova tela.”

Refn ha concluso dicendo che probabilmente tornerà nel mondo del cinema, ma che gli ultimi 2 anni potrebbero aver stravolto il suo intero processo di lavoro, in un modo cosi misterioso che gli sarà chiaro solamente quando vedrà la sua serie Amazon Too Old to Die Young  terminata; la serie sarà presentata in anteprima in primavera.

Leggi anche: La terza stagione di Stranger Things sarà più dark