Captain Marvel: “il futuro è femmina” e forse anche la salvezza dell’universo

Captain Marvel cinematown.it

Il nuovo film Disney su Captain Marvel è alle porte. Il personaggio sarà la prima grande supereroina a tingere di rosa il futuro dei cinecomics.


C’è una nuova stella a brillare nel firmamento del Marvel Cinematic Universe. Captain Marvel è stata ritratta nella copertina esclusiva del nuovo numero di Entertainment Weekly, con un primo sguardo sull’eroe galattico interpretato da Brie Larson.

I fan degli Avengers visti al cinema conoscono Carol Danvers – alias Captain Marvel – solo come la figura misteriosa cercata da Nick Fury nell’ultima scena di Infinity War. L’eroina apparirà in Avengers 4 – ancora senza un titolo ufficiale – presumibilmente per aiutare a darle di santa ragione a Thanos, ma la sua storia verrà raccontata prima che ciò avvenga.

Quando Captain Marvel giungerà nei cinema l’8 marzo 2019 – in concomitanza con la festa della donna – il personaggio sarà la ventunesima entrata nel MCU e prima a recitare nei panni di un supereroe femminile solista. Nell’ultimo decennio, il MCU ha riunito una schiera di donne eroi, ma mai prima d’ora qualcuna di esse era Captain Marvel. Come ha detto Brie Larson:

Carol non può fare a meno di essere sé stessa. È aggressiva, ha un certo temperamento e tende a dire le cose in faccia. Riesce anche a saltare presto alle conclusioni, cosa che la rende una gran combattente anche se non rispetta sempre gli ordini.

Captain Marvel cinematown.it

Diretto da Anna Boden e Ryan Fleck, Captain Marvel non rispetterà i passaggi originali della storia di Carol, in quanto la vedremo in azione a poteri speciali già assunti, lasciando la vita terrena per unirsi alla squadra Starforce, guidata dall’enigmatico Jude Law.

Captain Marvel si svolgerà a metà degli Anni ’90, molto prima che Steve Rogers venga scongelato o Tony Stark costruisse la sua prima Mark. Ciò consentirà al film di presentare una versione giovane di alcuni volti noti del MCU, come quello di Nick Fury, interpretato da Samuel L. Jackson. La regista Anna Boden ha detto sul film:

Captain Marvel non è un supereroe perfetto o ultraterreno, non ha nessuna connessione al divino, rendendo la sua componente umana quello che la rende davvero speciale.

È divertente, ma non dice sempre battute vincenti; può essere testarda e spericolata e non sempre prende le decisioni migliori per sé stessa. Ha nella sua essenza tanto cuore e tanta confusione, come ognuno di noi.

Nei prossimi giorni verranno pubblicati ulteriori aggiornamenti e contenuti esclusivi su Captain Marvel, tra cui foto e interviste al cast e alla troupe. Il futuro del MCU – come prevedibile in questo momento cinematografico – si tinge di rosa.

LEGGI ANCHE: Henry Cavill protagonista di The Witcher per Netflix