Our Struggles (Nos Batailles), film di Guillaume Senez, è un film drammatico di produzione belga-francese presentato al 36esimo Torino Film Festival. Il film parla di Olivier, capo operaio in una fabbrica di imballaggi molto simile ad Amazon, e di come la sua vita venga trasformata. A causa di una tragedia nell’ambito lavorativo e di una serie di sfortunate coincidenze infatti la sua famiglia subirà un duro colpo a causa dell’abbandono della madre. Il tema della famiglia e della gestione di una perdita è infatti centrale nel film, con il protagonista costretto a prendersi responsabilità una volta condivise con la moglie. La grande umanità della storia, delle battaglie che Olivier come ognuno di noi deve combattere è fortemente emozionante. Il protagonista non è una figura eccezionale, con potere o denaro: è un uomo buono che vuole aiutare chi gli sta attorno.

Our Struggles – una separazione con cui si deve convivere

Our Struggles CinemaTown.it

Nella storia del film è molto importante il tema dell’accettazione. Tutti i personaggi vengono, prima o dopo, messi di fronte alla durezza della vita e all’ingiustizia di certe scelte altrui. Come mai Laura, la moglie di Olivier, l’ha abbandonato? Perché ha deciso di lasciare i due figli? La risposta che trovano i personaggi del film risulta un grande messaggio per tutti gli spettatori. Spesso cose brutte accadono a persone senza colpa e non ha senso tormentarsi sul perché. Bisogna continuare a vivere, a combattere le nostre battaglie, sperando che il domani sia migliore.

Questo film, nonostante le dure tematiche, dimostra una grande umanità ed un grande cuore. Vediamo nelle figure famigliari, negli amici e negli amori infatti non giudici ma compagni. Tacitamente tutti loro sanno che ognuno ha dei demoni interiori da combattere e lo accettano, mostrando una forte empatia.

Our Struggles – un cast sobrio che trasmette umanità

Our Struggles CinemaTown.it

I personaggi del film risultano, non solo ben scritti, ma profondamente apprezzabili con una ovvia eccezione. Olivier, interpretato da Romain Duris, fin da subito riesce a trasmettere una sensazione di bontà e responsabilità nei confronti di chi dipende da lui. Che sia il suo team o la sua famiglia, lui prova sempre ad aiutare gli altri e vive nel rimpianto quando non è in grado. I due figli Elliot e Rose, Basile Grunberger e Lena Girard Voss, riescono a trasmettere la mancanza della madre dimostrando una grande abilità recitativa. La moglie di Olivier Laura, interpretata da Lucie Debay, pur non essendo sullo schermo per la maggior parte del film rimane presente costantemente nella mente di tutti. Il grande dubbio, il perchè della sua fuga tormenta la famiglia e la risoluzione di essa riesce a portare una ottimista risposta a questa tragedia.

Quello che più colpisce del film è la sobrietà con cui tratta questo allontanamento della famiglia. Non vi è violenza, non vi è ricatto: è una scelta. Tutti i personaggi del film, dai colleghi alla famiglia, sono posti di fronte a dure scelte. C’è chi reagisce di fronte ad un problema drasticamente e definitivamente, come un collega di Olivier. C’è chi di fronte alla monotonia scappa, come Laura. Ed infine c’è chi resiste di fronte alla battaglia quotidiana per sopravvivere, come molti ma specialmente come Olivier ed i suoi figli. Lo spirito ottimista di andare avanti ha la meglio su qualsiasi problema.

LEGGI ANCHE: Old Man and the Gun – rilasciato il trailer italiano dell’ultimo film con Robert Redford

 

  • Regia
  • Sceneggiatura
  • Fotografia
  • Recitazione
  • Colonna Sonora
3.8

Riassunto

Our Struggles è un film che analizza l’analisi dell’abbandono e di come si possa reagire ad una situazione di cui noi non abbiamo colpe. Chi fugge lascia i propri cari in mezzo a problemi ma questo non può fermare il naturale processo della vita. Nonostante l’inizio tragico questo film propone una risoluzione positiva: bisogna andare sempre avanti.