Ted Sarandos ha annunciato che Netflix sta creando un fondo da 100 milioni di dollari per sostenere l’industria dello spettacolo durante la crisi del Coronavirus. La pandemia ha mandato all’aria qualsiasi piano di produzione sia di Netflix che del resto delle società di produzione, con lo streamer che ha sospeso la produzione di colossi quali The Witcher e Stranger Things. La dichiarazione ufficiale di Sarandos cita:

La crisi del COVID-19 è devastante per molti settori industriali, tra cui quelle creative. Quasi tutte le produzioni televisive e cinematografiche sono bloccate in tutto il mondo, lasciando migliaia di lavoratori senza occupazione. Tra di loro ci sono meccanici, elettricisti, autisti, carpentieri, che ricevono una paga oraria basata su contratti a progetto.

Questi lavoratori hanno sostenuto Netflix nei suoi momenti buoni, vogliamo quindi aiutarli in questo momento difficile, soprattutto in un momento in cui le autorità non sanno ancora quali misure economiche stanziare per sostenere la lotta all’epidemia.

La maggior parte dei 100 milioni stanziati da Netflix andrà a sostegno dei suoi impiegati e collaboratori in tutto il mondo. Dell’ammontare, 15 milioni saranno destinati a terze parti e società no profit a sostegno delle emergenze dei lavoratori senza impiego, nei paesi in cui Netflix ha più interessi produttivi. Un milione andrà poi nei fondi d’emergenza precedentemente esistenti, inclusi il SAG-AFTRA COVID-19 Disaster Fund, il Motion Picture and Television Fund e l’Attore Fund Emergency Assistance negli USA. La dichiarazione di Sarandos continua:

In altri posti, inclusa l’Europa, America Latina e Asia dove abbiamo una forte presenza, stiamo lavorando con le organizzazioni già esistenti per creare iniziative d’emergenza simili a quelle statunitensi. Annunceremo i dettagli nelle prossime settimane.

Ciò che sta accadendo è senza precedenti. Siamo forti tanto quanto le persone che lavorano con noi e Netflix è fortunata a poter dare il suo sostegno contro questi duri colpi all’industria dell’intrattenimento, in questo arduo momento.

LEGGI ANCHE: Netflix rinuncia al 25% del traffico: l’UE gli impone di abbassare la risoluzione sulla piattaforma

Per tutte le notizie sul mondo di Netflix seguite punto Netflix su Facebook
bannerpni