#IoRestoACasa: il film da quarantena sulla figura più sinistra della storia d’Italia

il divo film da quarantena cinematown.it

Il film da quarantena di oggi cerca, nemmeno velatamente, di aggiungere un che di ufficiale a quanto si vocifera sulla figura di Giulio Andreotti.


La storia politica d’Italia è una delle più antiche, sfumate e affascinanti del mondo e della storia, ma è senza dubbio anche una delle più tetre. Innumerevoli sono infatti i personaggi che da Roma a oggi sono interconnessi a capo della nostra penisola e il Novecento è stato il periodo di alternanza più recente e movimentato. Un uomo su tutti svetta tra i profili del potere che hanno lasciato un marchio indelebile nel nostro tessuto sociale: Giulio Andreotti. Democristiano e quanto mai controverso, della sua vita si sono raccontate le storie più disparate, la più sofisticata delle quali è stata diretta da Paolo Sorrentino ed è il film da quarantena di oggi, disponibile su Netflix.

Il Divo, uscito nel 2008, quando Andreotti era ancora in vita e potè quindi dare il suo giudizio sulla pellicola, è con ogni probabilità il film più particolare di Sorrentino, che in nessun altro caso ha amalgamato una commistione di inquadrature, toni narrativi e citazioni musicali così fuori dai canoni. La figura che si staglia sullo schermo è quella di un uomo apparentemente piccolo, silenzioso e innocuo, per poi rivelarsi a colpi di sarcasmo e calcoli precisi un abilissimo manipolatore delle circostanze, quasi come un animale selvatico la cui strategia di sopravvivenza si basa sull’agguato a sorpresa.

Il film da quarantena di oggi non si propone di aggiungere in via ufficiale materiale biografico a quel che già sappiamo su Andreotti e sulla storia d’Italia, ma non si tira indietro dallo scagliare sottili accuse direttamente al mittente di alcuni omicidi a sfondo politico che hanno costellato il panorama sociale degli anni ’60 e ’70. Il monologo che Andreotti, interpretato da Toni Servillo, dedica alla moglie è quasi una dichiarazione del rapporto che la politica italiana di stampo democristiano aveva con gli affari della mafia e del Vaticano, tenuto in piedi al solo scopo di mantenere un equilibrio statico tra le forze che governano la penisola e che, senza possibilità di scampo, servono la stessa finalità: far sopravvivere il sistema.

LEGGI ANCHE: #IoRestoACasa – il film da quarantena sull’uomo che cambiò la lotta alla mafia

Per tutte le notizie sul mondo di Netflix seguite punto Netflix su Facebook
bannerpni