Spike Lee pubblica un cortometraggio rivolto al suo amore per New York

spike lee cinematown.it

Spike Lee ha pubblicato New York New York, un cortometraggio e una lettera d’amore per la città di New York e la sua gente, su Instagram.


Spike Lee ha pubblicato New York New York, un cortometraggio e una lettera d’amore per la città di New York e la sua gente, su Instagram. Il cortometraggio si apre con molte scene delle strade insolitamente silenziose della New York contemporanea, prima di passare a scene di ambulanze e lavoratori in prima linea che stanno gestendo la pandemia di coronavirus in corso. Quelle scene sono seguite da una manciata di scatti che mostrano i residenti di New York che incoraggiano e offrono supporto ai lavoratori in prima linea, seguiti da diversi scatti di chiusura dei molti punti di riferimento di New York – una sorta di luce nell’oscurità. Lee ha offerto un ringraziamento speciale su Instagram a Tina Sinatra, che gli ha dato i diritti per la canzone del film, e Kodak, che ha fornito il film e le telecamere.

Spike Lee, che avrebbe presieduto la giuria del Festival di Cannes 2020 come presidente, ha elogiato la decisione di rinviare il festival per motivi di sicurezza. Più di recente, Lee ha criticato lo stato della Georgia per aver pianificato di allentare le restrizioni di quarantena e aver consentito la riapertura dei cinema, tra le altre attività non essenziali. Poco tempo fa, Lee ha offerto i suoi pensieri sulla situazione con una breve e opportunamente concisa affermazione: “Aprire i cinema adesso? Assolutamente no”, ha scritto Lee in un’e-mail.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Plain And Simple. Special Love Shout To Ms. TINA SINATRA,SONY/ATV,KERWIN DEVONISH (Camera),ADAM GOODE (Editor),TIM STACKER And KODAK For The Super 8 Film And Cameras.

Un post condiviso da Spike Lee (@officialspikelee) in data:

New York è l’epicentro della pandemia di coronavirus negli Stati Uniti e il New York Times ha riferito giovedì che lo stato ha avuto oltre 330.000 casi di coronavirus e ha aggiunto che la pandemia ha causato oltre 26.000 morti nello stato. Il cortometraggio di Lee è stato rilasciato durante la sua apparizione alla CNN riguardo al coronavirus. IndieWire sta tenendo traccia di tutti gli eventi e le produzioni legate al settore dell’intrattenimento che sono stati colpiti dal coronavirus e sta anche notando tutti gli eventi positivi del settore che sono usciti dalla pandemia. IndieWire ha anche un elenco di risorse disponibili per i lavoratori del settore dello spettacolo che hanno bisogno di aiuto.

LEGGI ANCHE – Spike Lee sostiene che i cinema non dovrebbero riaprire adesso

Discuti di questo argomento e molto altro nel gruppo Facebook CinemaTown – Cinema e Serie Tv

cinematown.it