Ravenna Nightmare Film Fest: Emanuele Sacchi membro della Giuria Critica

Sacchi è giornalista, critico cinematografico e musicale, è selezionatore per il Festival dei Popoli di Firenze.
Ravenna Nightmare Film Fest cinema town.it

Il giornalista, critico cinematografico e musicale Emanuele Sacchi si unisce alla Giuria Critica del Ravenna Nightmare Film Fest 2020.


Emanuele Sacchi si unisce alla prestigiosa Giuria Critica della diciottesima edizione del Ravenna Nightmare Film Fest. Giornalista, critico cinematografico e musicale, è selezionatore per il Festival dei Popoli di Firenze. Collabora inoltre con MYmovies.it, FilmTv, Il Dizionario dei Film di Paolo Mereghetti Filmidee.it. Coordina Hong Kong Express Asia Express. È autore di 50x35mm. Soundtrack Rumorose (Homework, 2016), con Stefano Locati di Il nuovo cinema di Hong Kong. Voci e sguardi oltre l’handover (Bietti, 2014) e con Francesca Monti di Richard Linklater. La deriva del sogno americano (Bietti, 2017). 

Sacchi si aggiunge alla Giuria del RNFF, già composta da illustri nomi del cinema e della critica italiana: Luca Infascelli, sceneggiatore di Lasciami Andare e Brutti e CattiviBoris Sollazzo, giornalista per Ciak e Rolling Stone, speaker radiofonico per Radio24 e Radio Rock, nonché direttore artistico di vari festival; Pedro Armocida, direttore artistico del Pesaro Film Festival e critico cinematografico presso il Giornale, Ciak e FilmTv, e Paolo Nizza, giornalista Sky e autore della rubrica televisiva Mister Paura su Sky Cinema. Questi giudici attribuiranno al miglior film del Concorso Internazionale il Premio della Critica alla Miglior Regia di Lungometraggio, uno dei più importanti riconoscimenti del Ravenna Nightmare. Francesco Gamberini, ufficio stampa del Festival, afferma:

“Siamo onorati di poter godere dell’acume e della tagliente capacità critica di questi giurati che tanto hanno fatto e stanno facendo per il panorama cinematografico contemporaneo Boris Sollazzo, Pedro Armocida, Paolo Nizza, Luca Infascelli e ora anche Emanuele Sacchi, insieme danno al Ravenna Nightmare il giusto contributo artistico, intellettuale, per esaltare e giudicare al meglio i film in gara. In questo modo la dimensione nazionale che il Ravenna Nightmare assume è ancora più forte.”

Ma non è finita qui! I film gareggeranno anche per aggiudicarsi un altro premio: il Premio del Pubblico, che consiste nel prestigioso Anello d’Oro per il Miglior Lungometraggio creato dal Maestro Orafo Marco Gerbella. Gli spettatori potranno votare il loro film preferito, tramite il portale di MYmovies.it, contribuendo così a decretare il miglior lungometraggio della diciottesima edizione del Ravenna Nightmare. Ma quali saranno questi strabilianti film? Tutti inediti in Italia, i sette film del Concorso internazionale apparterranno a quel lato oscuro del cinema di cui il Ravenna Nightmare è l’icona.

Selezionati accuratamente dalla programmer Silvia Moras, i film del concorso internazionale saranno un viaggio fisico e mentale nella paura, nell’inquietudine, nell’inconscio, ma anche nel desiderio, nella bramosia e nella sensualità.  Il viaggio inizia in Europa con Stranger, l’ittiofobo giallo di Dimitriy Tomashpolski,incentrato su alcune misteriose sparizioni acquatiche. Si vola poi in Asia con due terrificanti pellicole: Followed, il thriller filippino di Carlo Ledesma, incentrato su una terrificante possessione spiritica, e The Woman of the photographs di Takeshi Kushida, un disturbante body drama giapponese, in cui una giovane donna chiede a un fotografo di ritrarla in un nuovo corpo.

Si torna in Europa con Driving Animals di Florian Bardet, un disturbante road movie in cui vari personaggi dai destini incrociati si incontrano misteriosamente. Si arriva poi in America Latina con due pellicole macabre e surreali: Luz: the Flower of Evil di Juan Diego Escobar Alzate, la storia di una remota comunità montana colpita da una terribile maledizione, e La Sabiduria di Eduardo Pinto, film in cui tre donne, vittime di un maleficio, si ritrovano catapultate nel XIX secolo. Il viaggio si conclude infine in Europa con un film basato su una storia vera: Spice boyz di Vladimir Zinkevich, il cruento racconto di un addio al celibato che si trasforma in carneficina.

LEGGI ANCHE: Ravenna Nightmare Film Fest – la presentazione dell’edizione 2020

Discuti di questo argomento e molto altro nel gruppo Facebook CinemaTown – Cinema e Serie Tv

cinematown.it