La Disney ha dichiarato di voler assumere un maggior controllo su Hulu. La società è in trattative con AT & T per acquisire il 10% del capitale che WarnerMedia possiede nella joint venture. Una fonte esperta, ha rivelato a Variety che i colloqui – giunti mentre Disney dirige l’homestretch per ottenere le ultime approvazioni per l’acquisto di 20th Century Fox – una volta giunto a conclusione, vedranno il riversamento del 30% delle quote di Fox in Hulu. Nel frattempo, AT & T ha passato indenne un procedimento legale del Dipartimento di Giustizia, che stava tentando di bloccare la sua acquisizione di Time Warner.

I rappresentanti di Hulu e AT & T non hanno ancora voluto commentare la notizia, così come ha evitato di fare Disney. Topolino detiene attualmente una quota del 30% di Hulu, destando il preallarme di NBCU, che è oramai convinto di venire acquisito dal colosso dell’animazione, anche se non dovrebbe accadere nel breve periodo. L’acquisizione di un’ulteriore quota di Hulu da parte di Disney non è una sorpresa, in quanto i dirigenti di AT & T avevano già previsto di vendere la loro quota acquistata da Time Warner nel 2016.

La domanda è quanto Disney è disposta a pagare per il 10% del capitale. La stessa azienda, la scorsa estate, aveva fissato il valore complessivo di Hulu attorno ai 9,296 miliardi di dollari; pertanto, un valore implicito di 930 milioni potrebbe essere la giusta cifra di partenza per intavolare una trattativa, e se Disney finisse per controllare il 70% di Hulu, ciò darebbe allo strreamer maggiori introiti per investire in mercati internazionali – essendo per lo più un servizio di streaming presente negli Stati Uniti. La programmazione di tipo generalista e per tutte le età rimarrebbe il palinsesto di Hulu, mentre per un intrattenimento per famiglie è previsto Disney+, come ha detto Bob Iger agli analisti di Wall Street.

LEGGI ANCHE: L’arduo business plan di WarnerMedia per il 2019