Scarlett Johansson: l’attrice vittima di un pericoloso inseguimento da parte dei paparazzi

scarlett johansson cinematown.it

L’attrice Scarlett Johansson è stata vittima di un feroce inseguimento da parte dei paparazzi dopo la registrazione del Jimmy Kimmel Show.


L’auto della star di Avengers: Endgame  Scarlett Johansson è stata pericolosamente tormentata dai paparazzi dopo una registrazione di Jimmy Kimmel Live!. Johansson era in macchina con altre due persone, ma non stava guidando. I paparazzi stavano seguendo la macchina in modo pericoloso, e tutti gli occupanti si sentivano insicuri. Dopo essersi presentata alla stazione di Polizia di Hollywood, Scarlett Johansson è tornata a casa in sicurezza e non sono state prese ulteriori misure. In una dichiarazione rilasciata su quanto accaduto l’attrice ha detto:

I paparazzi continuano a correre sempre più pericolosamente per perseguitare e molestare le persone che stanno fotografando. Anche dopo la tragica morte della Principessa Diana, le leggi non sono mai state cambiate per proteggere i bersagli dall’illegalità dei paparazzi. Molti paparazzi hanno un passato criminale e non si tireranno indietro nel compiere atti criminali per raggiungere i loro obbiettivi.

Ieri (Lunedì 8 Aprile 2019), dopo aver lasciato il Jimmy Kimmel Show, sono stata seguita da 5 macchine piene di uomini con finestre oscurate che passavano con i semafori rossi mettendo altri conducenti e i pedoni a rischio, tutto questo in modo che potessero seguirmi per scoprire dove stavo e successivamente perseguitare me e mia figlia per tutta la durata del mio soggiorno.

I paparazzi mettono a repentaglio la vita delle persone, sono in grado di aspettare giorni in quartieri tranquilli in auto oscurate, cercando di seguirmi nel parco giochi e fotografare la mia bambina e i figli delle altre persone in un posto sicuro che dovrebbe essere off limits, ma non lo è. Tutto questo è perfettamente legale. Dopo l’incidente di ieri, ho sentito che era mio dovere come  cittadino  inseguito pericolosamente e perseguitato di recarmi al distretto locale e cercare un’aiuto.

Vorrei incoraggiare tutte le persone che vivono una situazione simile a non avere paura e a recarsi dalla polizia. Le donne negli Stati Uniti sono perseguitate, molestate e impaurite e una legge universale riguardo lo stalking dovrebbe essere in prima linea nelle priorità delle forze dell’ordine. Fino a quando i paparazzi non saranno considerati dalla legge come degli stalker criminali sarà solo una partita in attesa prima che un’altra persona venga seriamente ferita o uccisa, come la Principessa Diana.

E come darle torto, il rapporto tra star e paparazzi è sempre stato burrascoso. Nemmeno la morte della Principessa Diana ha frenato questo abuso e nessun limite è stato posto al riguardo. La presenza dei paparazzi, come nel caso di Scarlett Johansson, ha sempre creato situazioni di stress per le persone coinvolte, vittime di inseguimenti, sentendosi violate della loro vita lontano dai riflettori. Ovviamente non sono mancate nemmeno situazioni in cui le star hanno reagito e si sono scontrate con i loro paparazzi creando scalpore a volte a loro stesso discapito. Si spera che presto la situazione venga regolamentata senza aspettare l’ennesima tragedia provocata dai paparazzi e dal loro opportunismo.

LEGGI ANCHE: The Joker – il regista frustrato dalle continue intrusioni dei paparazzi