Shazam! è un film diretto da David Sandberg per Warner Bros e New Line ispirato all’omonimo personaggio della DC Comics. Asher Angel interpreta il protagonista Billy Batson e Zachary Levi il suo alter-ego Shazam!. Nuovo capitolo del DCEU, questo film tratta le origini del più potente dei mortali ed introduce un elemento ad ora solo sfiorato: l’universo magico. Shazam! riprende i temi già analizzati negli scorsi film del DCEU e li reinterpreta in una chiave a tratti comica ed in altri fortemente emotiva in un film che si dimostra un grande successo, portando un tono Spielberghiano al già variegato universo cinematografico DC. Ecco la nostra recensione con una breve premessa sulla storia fumettistica del personaggio titolare.

Shazam! – un Captain Marvel fumettistico conteso da DC e Marvel

Shazam! CinemaTown.it

Il personaggio, apparso nel 1940 sul numero 2 di Whiz Comics, originariamente si chiamava Captain Marvel. Creato da Charles C. Beck e Bill Parker per la Fawcett Comics, il loro personaggio era un bambino che, tramite l’uso della parola magica Shazam! si poteva trasformare in un adulto con enormi poteri da supereroe. Questi poteri, concessi dal mago Shazam! che lo scelse come campione, derivano da sei figure mitologiche e vanno a formare l’acronimo di Shazam!:

  • S per la saggezza di Salomone
  • H per la forza di Hercules
  • A per la resistenza di Atlante
  • Z per il potere di Zeus
  • A per il coraggio di Achille
  • M per la velocità di Mercurio

Oltre a Billy e Captain Marvel vi erano altri personaggi: gli amici Freddy e Mary, e nemici, come Sivana e Black Adam. Questo personaggio ottenne un grande successo negli anni ’40, andando persino a superare le vendite dei fumetti di Superman stesso. La DC Comics però vedeva nel personaggio di Captain Marvel un caso di plagio e, per questo, colpì legalmente la Fawcett fino a portare al blocco della pubblicazione del fumetto a riguardo. Successivamente, nel 1972, la Fawcett cedette i diritti della DC Comics che introdusse il personaggio nel canon DC nella testata Shazam! portando però confusione al pubblico di lettori, incerti ora sul nome del personaggio protagonista.

Nel contempo la Marvel aveva creato Captain Marvel, vista qualche settimana fa nei cinema, che dal 1967 combatteva nel loro universo fumettistico. Questo portò ad ulteriori cause legali che portarono la DC, nel 2011, a cambiare il nome di Captain Marvel a Shazam! e dei membri della sua famiglia a Shazam Family. L’ultimo rilancio, un fumetto che caldamente consigliamo per la lettura, è Shazam! del New 52 scritto da Geoff Johns ed illustrato da Gary Frank.

Shazam! – un eroe Golden Age modernizzato

Shazam! CinemaTown.it

Il film segue fedelmente le origini del personaggio, soprattutto basandosi al rilancio fumettistico di cui parlato poco sopra. Geoff Johns, infatti, ha collaborato alla produzione del film come produttore ed ha aiutato a portare la complessità di Shazam! sul grande schermo. Billy Batson, orfano di 15 anni, si ritrova a passare di casa in casa a causa del suo comportamento problematico. A causa di problemi con la polizia e comportamentali infatti tutte le famiglie adottive prima o poi lo allontanano, non essendo in grado di controllarlo.

Questo cambia però quando i Velasquez lo prendono in adozione nella loro casa famiglia dove vivono altri cinque ragazzi orfani. Ci vengono presentati quindi Freddy Freeman, Mary Bromfield, Pedro Peña, Eugene Choi e Darla Dudley, rispettivamente interpretati da Jack Dylan Grazer, Grace Fulton, Jovan Armand, Ian Chen e Faithe Herman. Billy verrà poi, grazie al potere del Mago (Djimon Hounsou), trasformato in Shazam!, la versione di se stesso adulto, per difendere l’umanità da una pericolosa minaccia magica. Il film si fonda sul concetto di famiglia, già analizzato sotto altri aspetti nel DCEU, portando qui il toccante punto di vista di un gruppo di ragazzi orfani. Il loro affiatamento regge il film e serve al protagonista Shazam! come fonte di ispirazione e guida in un momento in cui ne ha assoluto bisogno.

Come reagirebbe infatti un ragazzino con pochi scrupoli se un mago lo nominasse suo campione, quindi degno di ottenere i suoi poteri? Nel film vediamo Billy essere sbruffone, egoista ed infantile, portandolo ad usare i grandi poteri che gli sono stati concessi con poco criterio. Sarà Freddy, grande fan dei supereroi e compratore del loro merchandising, a fargli da guida in questa missione da crociato incappucciato. Il villain Thaddeus Sivana, Mark Strong, riflette molto bene il personaggio di Billy e per molti versi dimostra come, a fare la differenza nel carattere di una persona, abbia un valore fondamentale la famiglia.

Shazam! – un cast perfetto che trasmette un vero senso di famiglia

Shazam! CinemaTown.it

Il film segue il DCEU sotto molti livelli: oltre ad essere perfettamente nel canon dei film (e a celebrarne gli eventi) infatti esso segue anche qualitativamente il livello a cui siamo stati abituati. Il tono cambia, adattandosi perfettamente al personaggio, portandoci quindi un film molto più comico rispetto ad un Man of Steel o Wonder Woman. Questo però non nega momenti di forte emozione, mai rotti da una comicità inutile, o momenti che rasentano l’horror, in cui il regista Sandberg ha potuto esprimere appieno il suo talento nel genere. Il cast agisce in modo affiatato, trasmettendo un forte senso di unità familiare, di tenerezza e di bontà. Il personaggio di Darla in particolare conquista il pubblico con la sua ingenuità ed enorme bontà di cuore.

Angel e Levi (Billy e Shazam!) si dimostrano caratterialmente indistinguibili, trasportando sul grande schermo uno Shazam! che risulta perfettamente speculare a quello dei fumetti; la loro dinamica con Grazer (Freddy) risulta inoltre uno dei punti di forza del film. Mark Strong, che interpreta il Dottor Thaddeus Sivana, ripete l’ottimo lavoro fatto nel deludente Lanterna Verde. In quel dimenticabile film infatti l’unico elemento di grande valore risultava il suo personaggio, Sinestro, e qui il suo Sivana sottolinea chiaramente la sua predisposizione ad interpretare ottimi villain DC. La sua backstory va a rafforzare ulteriormente il tema del film e consolidandolo tra i più bei villain degli ultimi anni.

Shazam! – molti alti (e mezza pecca) in un encomiabile impianto tecnico

Shazam! CinemaTown.it

Tecnicamente il film funziona molto bene, specialmente dal punto di vista registico e musicale: la colonna sonora di Shazam! unita all’abile lavoro di Sandberg lo rendono innegabilmente un ottimo film. Alcuni problemi minori si possono trovare però a livello di CGI, dove alcuni passaggi risultano sotto lo standard impostato dai film del DCEU. Non si raggiungono mai momenti di spiacevolezza visiva ma probabilmente, con un budget leggermente più alto (rispetto ai 90 milioni di dollari effettivamente spesi), il film avrebbe goduto di effetti impeccabili. Nonostante questo però il film funziona, conquista ed ispira in un mix che ricorda molto spesso, volutamente e non, grandi classici come Harry Potter e la Pietra Filosofale o Big.

Vanno fatti comunque i complimenti allo studio per non aver mostrato nessuno spoiler nelle compagne pubblicitarie del film: il nostro consiglio per voi è di andare a vedere Shazam! in sala evitando gli spoiler ad ogni costo e, soprattutto, mantenendo in testa e nel cuore la domanda “Cosa avrei fatto se, a 15 anni, fossi diventato Superman?”. Una curiosità: è già in lavorazione uno spin-off destinato a congiungersi a questo progetto. Vedremo nei prossimi anni infatti Black Adam, di cui The Rock sarà protagonista. Ricordiamo inoltre che sono presenti due scene dopo i titoli di coda che meritano categoricamente di essere viste, soprattutto in vista del futuro del DCEU.

LEGGI ANCHE: DCEU – quale è il futuro dell’universo cinematografico della DC?