Taron Egerton, la star di Rocketman – il biopic su Elthon John presentato da qualche giorno al Festival di Cannes – a proposto delle notizie controverse emerse prima della proiezione della pellicola ha parlato della accuse di straightwashing – termine intraducibile che fa riferimento all’intenzione volontaria (o meno) di “convertire” (o letteralmente “lavare”) l’omosessualità di un personaggio in eterosessualità.  Invero, Rocketman descrive, tra le altre cose, anche la relazione fra Elton John e il suo manager John Reid (Richard Madden), e include anche delle scene intime fra i due.

Alcune informazioni trapelate all’inizio di quest’anno aveva fatto capire come alcune di questi intermezzi di nudo fossero stati tagliati dal montaggio finale del film, ma il regista Dexter Fletcher ha smentito tutta questa serie di ipotesi. Tant’è che in merito alle affermazioni di straightwashing aveva dichiarato:  “È spazzatura, è una sciocchezza, non ho ancora finito il film, ma è così fondamentale e fondamentale per chi è Elton”, ha detto in merito alle affermazioni di “lavaggio”.

Da quel momento in poi Egerton ha sostenuto che Rocketman non minimizza in alcun modo la dichiarata sessualità del cantante; così ha infatti detto a un’intervista per Empire: “È un’icona gay e chi siamo noi, in quanto registi francamente eterosessuali, per non mettere quell’elemento della sua storia?”.Invece, per quanto riguarda la scene di sesso al centro della polemica, l’attore gallese all’Attitude ha rivelato che “molto bella e qualcosa di cui siamo piuttosto orgogliosi”. E ancora:

Quella è la scena in cui Elton sta perdendo la sua verginità e volevamo provare a farle giustizia. Lo tratto con lo stesso amore, cura e affetto, come se fosse la mia prima esperienza con qualcuno che amo. La crudezza di quell’esperienza, la paura di quell’esperienza, ma anche la gioia dell’esperienza del primo bacio di Elton … è elettrica, è eccitante, il tuo stomaco sta facendo capriole. Ho sentito il pene di Richard … sulla mia gamba, non so davvero quanto saremmo potuti andare oltre.

Inoltre, Taron Egerton, parlando di interpretare un personaggio LGBTQ, si è rivolto in precedenza anche a coloro che affermano che il ruolo avrebbe dovuto essere assegnato a un attore gay:

Ho parlato con persone gay per le quali non è un problema, e ho parlato con persone gay per le quali è un problema. Capisco perfettamente, ma da parte mia sono un attore, e non ho recitato per recitare solo persone come me. Devi tracciare la linea da qualche parte, e non voglio vivere in un mondo in cui persone eterosessuali giocano con persone eterosessuali e le persone gay interpretano persone gay.

LEGGI ANCHE – Rocketman: la conferenza stampa al Festival di Cannes con Taron Egerton