Netflix: perdita di 4 milioni di abbonati annunciata per il 2020

Netflix cinematown.it

L’ultima previsione di Netflix è che il servizio di streaming potrebbe perdere fino a 4 milioni di abbonati nel 2020. Recentemente la piattaforma streaming è stata sottoposta a forti pressioni a causa dell’aumento del numero di nuovi servizi di streaming. Il problema è che molti di questi nuovi arrivi hanno un prezzo molto più basso di Netflix. Ciò ha portato molti a suggerire che questi servizi influenzeranno la crescita degli abbonati di Netflix, portando alcuni ad essere definiti “assassini di Netflix”. 

La piattaforma non ha avuto troppi problemi nell’attirare o mantenere abbonati in passato. Mentre il servizio ha registrato un lieve calo nella crescita degli abbonati nel secondo trimestre del 2019, è tornato alla normalità nel terzo trimestre. A settembre, Netflix ha confermato di avere quasi 160 milioni di abbonati in tutto il mondo. 60 milioni di quegli abbonati hanno sede negli Stati Uniti, ed è quel numero che si prevede ora scenda di 4 milioni l’anno prossimo.

L’ultima previsione sulla caduta degli abbonati proviene da Laura Martin di Needham & Company. Martin afferma che il problema principale di Netflix è la sua incapacità di competere sul prezzo con servizi più recenti, come Disney + e Apple TV +. Ad esempio, Disney attualmente addebita $ 6,99 al mese mentre Apple TV è ancora più economica, al prezzo di $ 4,99 al mese. Questo in confronto al prezzo di Netflix che parte da $ 8,99 con restrizioni sul numero di stream e sulla risoluzione. 

Martin suggerisce che si può evitare il calo dei numeri degli abbonati se l’azienda introducesse un pacchetto più economico, uno che ha un prezzo ideale tra $ 5 e $ 7 per poter competere direttamente con Disney, Apple TV e il prossimo servizio NBC Peacock. NBC deve ancora confermare i prezzi per Peacock, ma dovrebbe  costare meno del piano Basic di Netflix. Questo suggerimento di Martin non è che il servizio di streaming debba semplicemente abbassare il prezzo e perdere nei guadagni, ma potrebbe offrire come opzione un piano supportato dalla pubblicità. Questa doppia strategia senza pubblicità e supportata da pubblicità gli consentirà di mantenere il suo valore di mercato ma anche di competere nella nuova fascia di prezzo più bassa.

Un altro fattore importante nella perdita di abbonati sono le decisioni di Netflix sulle cancellazioni dei prodotti originali. Dato che Netflix si spinge sempre più nella programmazione originale, l’enorme quantità di nuovi spettacoli può essere travolgente. Ciò ha portato Netflix ad adottare quello che alcuni potrebbero percepire come un atteggiamento a ruota libera nell’annullare i prodotti al fine di far posto a quelli nuovi nella speranza che il contenuto più recente colpisca gli spettatori. Spettacoli popolari come Giorno per Giorno e Santa Clarita Diet sono caduti in preda alle decisioni di cancellazione di Netflix. Questi prodotti hanno avuto un seguito considerevole, quindi è possibile che le loro cancellazioni abbiano comportato perdite  degli abbonati.

LEGGI ANCHE: Disney+: tutte le prime (sbalorditive) statistiche ufficiali, numeri e pronostici alla mano

 

Discuti di questo argomento e molto altro nel gruppo Facebook CinemaTown – Cinema e Serie Tv

cinematown.it